• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

header

Pagellone del deserto

Pubblicato da Leo Turrini Lun, 14/11/2011 - 11:03

Pagellone del deserto!

Molto meno drammatico rispetto ad un anno fa: in fondo, stavolta in palio c'erano solo onore e prestigio, avendo i bibitari ramazzato tutto quello che c'era da ramazzare.

Andiamo.

VETTEL, 0. Così, per sfizio. Dubito che il crack della ruota sia imputabile a sua foga eccessiva, però almeno offre la soddisfazione, dopo mesi e mesi di meritatissimi elogi, di spedirlo dietro la lavagna. Certo El Banco si sarà chiesto perchè, dodici mesi prima, non sia accaduta la stessa cosa...

WEBBER, 0. Oh, fatemelo dire. Quando il Vecchio Zio dominava con la super Ferrari, il vituperato Pe de Scinello collezionava vittorie e se la supremazia della macchina era assoluta, beh, chiudeva il mondiale al secondo posto. Ora, scusate, che posto occupa il Canguro nella iridata graduatoria? E quante corse ha vinto, con la super Red Bull? Vogliamo continuare a raccontarci che è la vittima di una cospirazione orchestrata a tavolino da Horner e da Newey? Ma dai.

MASSA, 0. Ma ci fa o ci è? La seconda che hai detto.

ALONSO, 8. Sinceramente non credo avesse l'opportunità di battere il Nero. Sinceramente credo, ripetendomi, che questa sia la sua miglior stagione da pilota e non sto scherzando. Con la macchina che ha, è stato quasi sempre capace di spremere la rapa Rossa. Non ha vinto praticamente mai, ma trovare un difetto nell'arco del campionato temo sia un esercizio improbo persino per le orfana raikkoniane e per i vedovi del Santo Bevitore. E aggiungo una cosa, ormai captabile e percepibile nell'aria: facendo risultati con una monoposto tanto modesta, Alonso sta guadagnando popolarità tra gli appassionati. Rispetto a un anno fa, paradossalmente ma non tanto, stima e simpatia nei suoi confronti sono in crescita. Mi sarei risparmiato, al posto suo, soltanto la battuta sul 'traffico': sembrava l'amico di Benigni in Johnny Stecchino. E se il guaio della Ferrari è il traffico, speriamo che a marzo non ci tirino fuori la lava...

HAM, 10. Meno male! Si stava spargendo il sospetto che da principe fosse stato trasformato in rospo. Vicende interne ed esterne ne stavano minando la credibilità. Ora, francamente a me interessa poco la vita sentimentale del Nero e mi frega pochissimo delle sue relazioni in famiglia. Guardo il pilota e mi attengo a quello che fa guidando. Nel deserto è stato perfetto, probabilmente perchè sapeva di avere Massa a distanza di sicurezza. Un Hamilton così è quello che mi spinse, già nel 2007, a pronunciarne apertamente la grandezza. Mi auguro sfugga alle tentazioni di farci di nuovo cambiare opinione.

ABU DHABI, 0. Posso sfogarmi? Mi sfogo. Un secolo fa, certamente il comunismo fu una tragica e sbagliatissima risposta alle diseguaglianze economiche e sociali. E creare 'un uomo nuovo' non si può. Ma nemmeno vale l'obbligatoria, ossessiva ostentazione di opulenza tipica di queste realtà sedute su fiumi sotterranei di petrolio. Io dico che non può durare e forse certi segnali sono già arrivati. Ma sono discorsi che non ci appartengono e inoltre figuratevi quante chances ci sono che uno come Ecclestone ne avverta, sullo sfondo, il sinistro ronzio... 

salva e condividi

Commenta questo intervento

ATTENZIONE: la pubblicazione dei commenti è riservata ai soli utenti registrati. Per effettuare la registrazione è necessario cliccare sul pulsante "Da▼" che si trova in cima al modulo sottostante, e poi selezionare una delle opzioni di autenticazione.
I commenti inseriti saranno pubblicati direttamente su questa pagina. La redazione si riserva di cancellare tutti i messaggi ritenuti offensivi o diffamatori.