• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

header

...and the Oscar goes to...

Pubblicato da Leo Turrini Lun, 05/12/2011 - 13:38

Come immagino sappiate, dicembre per la Formula Uno è il mese delle premiazioni e delle celebrazioni.

Penso che anche noi del Clog ci dobbiamo adeguare all'andazzo.

Dunque, ecco gli Oscar della stagione 2011. Meglio ancora: queste sarebbero le mie decisioni, dopo laboriosa riflessioni a proposito delle nominations.

Leggerò con piacere le vostre.

Vado.

PILOTA DELL'ANNO. Seb Vettel (ecco qui, per favore, almeno qui, cerchiamo di raggiungere la unanimità dei consensi).

PUTTANATA DELL'ANNO. Fernando Alonso, per la recentissima dichiarazione: 'Vettel deve ancora dimostrare il suo valore al volante di una monoposto inferiore'. E allora si vede che mi sono sbagliato e mi ricordo male, a Monza con la ex Minardi nel 2008 devi aver vinto tu. Ma va a cagher.

DELUSIONE DELL'ANNO. Qui abbiamo un ex aequo, nemmeno il fotofinish ce l'ha fatta a separare i due Pippones del 2011: Felipe Massa e Mark Webber.

GP DELL'ANNO. Canada, con la strabiliante rimonta di ex Paracarro Button, sublimata nel finale dalla svirgolata di Brufolo Bill.

GP PIU' NOIOSO DELL'ANNO. Valencia, verso il trentottesimo giro mi fecero un gavettone per risvegliarmi in sala stampa.

RIMONTA DELL'ANNO. Quella del Vecchio Zio, alias Michael Schumacher, a Spa.

CIRCUITO DELL'ANNO. Sempre Spa, ci mancherebbe.

SORPASSO DELL'ANNO. Webber con Alonso, ovviamente sulle Ardenne.

NOTIZIA DELL'ANNO. Vabbè, che te lo dico a fare? Il reingresso (dalla porta di servizio ex Renault) di un certo biondino, noto all'anagrafe come Kimi Raikkonen, detto anche il Santo Bevitore.

 EMERGENTE DELL'ANNO. Secondo me, tutto sommato Alguernosochecosa.

PIERRE DELL'ANNO. Unico settore dove trionfa l'Italia, con una coppia da bob a due. Dividono il prestigioso riconoscimento cloggaro il perfido Cola, affettuosamente detto The Frottola Man, e il Perozzi della Fia, il ciarliero assistente di Jean Todt, insomma, il vice Pinguino, lui, Matteo Bonciani. 

PROGETTISTA DELL'ANNO. Adrian Newey, by default.

GNOCCA DELL'ANNO AI BOX. La Pussycat, nonostante si sia data alla latitanza.

MACHO DELL'ANNO AI BOX. Jean Todt, va mo là.

OSCAR PER LA SUPERCAZZOLA PREMATURATA CON SCAPPELLAMENTO A DESTRA: Bernie Ecclestone, ad honorem.

 

salva e condividi

Commenta questo intervento

ATTENZIONE: la pubblicazione dei commenti è riservata ai soli utenti registrati. Per effettuare la registrazione è necessario cliccare sul pulsante "Da▼" che si trova in cima al modulo sottostante, e poi selezionare una delle opzioni di autenticazione.
I commenti inseriti saranno pubblicati direttamente su questa pagina. La redazione si riserva di cancellare tutti i messaggi ritenuti offensivi o diffamatori.