• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

header

Bolt torna super nei 200 ma Lemaitre è pronto a stupire

Questa volta il nuovo Figlio del vento non ha fallito la prova ai mondiali di Daegu. Dopo la falsa partenza dei 100 metri, Usain Bolt è tornato se stesso. Giocoso e sorridente ma con un filo di spocchia in meno verso gli avversari, il re giamaicano della velocità ha vinto agevolmente le sue battierie di qualificazione e di semifinale, correndo in 20''30 e 20''31.

salva e condividi

Fiat, riscossa a colpi di Lancia

C’è una Lancia piena di ottimismo conficcata nel futuro dell’auto. A gonfiare le speranze Fiat in tempi di crisi profonda arrivano i dati positivi del brand governato fino a pochi giorni fa da Olivier Francois. Nel mese di agosto Lancia si è garantita il 5,42% delle quote di mercato, il miglior risultato degli ultimi dieci anni e le vendite si sono impennate del 20% rispetto al depresso agosto di un anno fa. Il lancio della nuova Ypsilon, la mini-ammiraglia da 3,84 metri, la prima a cinque porte, ha riscosso subito un consistente successo.

salva e condividi

Troppo nudo, niente miss Italia: ma chi decide il confine del pudore?

Troppa pelle scoperta, troppe foto osè su internet. Così sono finite fuori dal concorso di Miss Italia due aspiranti al titolo: prima Alice Bellotto e poi Raffaella Modugno, già Mis Curve d'Italia Lazio nell'anno di grazia 2011, un titolo che parla da sè. Le due ragazze pagano a caro prezzo quegli scatti galeotti e incappano nell'articolo 8 del regolamento del concorso, che prevede l'esclusione in caso di ''pose di nudo o comunque sconvenienti''.

salva e condividi

A Francoforte la vera sfida è fra le citycar

Francoforte come Ginevra. Il Salone tedesco, a pochi mesi di distanza dalla passerella svizzera, propone (dal 15 settembre) una cascata di novità per esorcizzare i fantasmi della crisi.

salva e condividi

Il peccato di superbia del grande Bolt

Il re è nudo. Nudo come Usain Bolt senza la canottiera di gara, il volto stravolto dopo la falsa partenza che gli è costata il titolo mondiale dei 100 metri. Che cosa ha spinto il Fenomeno a un errore così clamoroso? Un atto di superbia, un eccesso di sicurezza, un momento di faciloneria troppo grave per un campione del suo calibro.

salva e condividi

Nell'era della crisi lo sciopero del calcio è un insulto agli italiani

Di fronte allo sciopero del calcio, voluto più dai presidenti di serie A che dai calciatori, la prima reazione è il disgusto. Sono da sposare a pieno le parole pronunciate da Diego Della Valle, patron della Fiorentina: "E' vergognoso tenere gli italiani in bilico in cose del genere. Visti i problemi che ci sono, tutto questo contendere è una piccola banalità''.

salva e condividi

Calcio a rischio sciopero, ma la Lega vuole un contratto più favorevole ai club

Sciopero del pallone. La minaccia è sempre più concreta e palpabile. Il campionato di calcio rischia di restare fermo ai box, se il Consiglio federale di giovedì non troverà una soluzione. Il presidente Abete cerca un difficile punto di equilibrio fra le richieste dell'Assocalciatori e la posizione della Lega su due punti cruciali: l'obbligo di far allenare con la prima squadra i giocatori fuori rosa e il pagamento del contributo di solidarietà allo Stato, come richiesto dalla manovra economica per chi guadagna oltre 90 mila euro l'anno.

salva e condividi

Il nuovo Maggiolino, un po' Golf e un po' mito

Nato nel 1934 da un’idea di Ferdinand Porsche, il Maggiolino, secondo il fortunato nomignolo italiano, vide la luce soltanto nel 1945, dopo la fine della seconda guerra mondiale. Con la sua sagoma originalissima e inimitabile e i costi decisamente accessibili, la creatura della Volkswagen divenne il simbolo stesso della motorizzazione di massa su scala mondiale.

salva e condividi

Berlino 2011, la movida fra le ombre del passato

Morte e rinascita, tragedia e riscatto, guerra e fervore di opere. I sapori di Berlino sono contrastanti. In questa città i fantasmi del passato sconfinano ogni giorno nella vita dei berlinesi e dei turisti che visitano la città. Se arrivi nella capitale da Pankow, le tracce della ex Ddr sono palpabili: nelle costruzioni, negli umori, perfino nell'aria colorata di grigio.

salva e condividi

Le rimonte d'oro di Federica, il trionfo di una che non molla

Si è scritto di tutto su Federica Pellegrini, spaziando dai piercing al gossip, dai tacchi alti ai suoi gusti sessuali. Ma la dimensione di atleta scavalca ogni steccato. Col doppio successo mondiale, nei 200 e 400 metri, è la prima nuotatrice a firmare il bis in due edizioni. Mai accaduto nella storia del nuoto, mai visto un fenomeno simile in vasca.

salva e condividi
Syndicate content