• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

header

Il Bologna ritrova Di Vaio e prende un punto a Ballardini

Pubblicato da Giuseppe Tassi Dom, 27/11/2011 - 18:29

Non basta il ritorno al gol di Di Vaio. Il Bologna di Pioli scopre il piacere (e il rammarico), del pareggio esterno ma torna da Cagliari con un punto prezioso: per il morale, per la classifica, per la bella giocata che riconcilia il bomber in astinenza con il gol su azione. Erano diciotto partite (rigore a parte) che Di Vaio non segnava e il suo gol ha consentito al Bologna di sfiorare la quarta vittoria esterna della stagione.

Ma quella prodezza, arrivata al 30' del secondo tempo, non è bastata perché l'arbitro ha concesso, dopo soli cinque minuti, un rigore generoso per trattenuta di Cherubin su Conti e il centrocampista cagliaritano ha infilato il gol dagli undici metri con glaciale serenità.

Nel finale il Bologna ha sfiorato successo e sconfitta in un folle valzer di occasioni. Prima Ramirez ha lasciato sul posto due difensori e da sei metri ha sparato alto sulla traversa, sprecando la sua magia. Poi Gillet ha riscattato la magra di Palermo con una parata a pugni uniti, su missile del colombiano Ibarbo, che poteva valere i tre punti per il Cagliari dell'impietrito Ballardini.

E così il Bologna sale a quota 11 e fa un piccolo passo fuori dalla sfiducia, mentre le dirette rivali (Novara e Cesena) hanno preso a correre. L'impostazione rigidamente difensiva esibita a Cagliari ha portato un discreto equilibrio alla squadra, azzerando quasi i rischi (ma nel primo tempo c'è un palo di Ibarbo) ma ha limitato in modo assoluto le soluzioni offensive.

Acquafresca si è confermato un giocatore incapace di fare reparto da solo, troppo statico e poco disposto a svariare sui lati o a dettare passaggi. E così, alla distanza, Pioli ha deciso di avvicendarlo con Di Vaio, dando una svolta decisiva alla partita.

Negli spazi più larghi lo scatenato Kone e un Ramirez finalmente elettrico hanno cucito qualche manovra degna di questo nome e il Bologna ha trovato il gol con Di Vaio, pronto a sfruttare un corto rinvio di Conti, con palla morbida a scavalcare il portiere cagliaritano.

Qui il Bologna ha avuto il demerito di non controllare la partita, di farsi prendere dai nervi e di eccedere nelle mischie a centro area, cosentendo all'arbitro di pizzicare Crerubin in un corpo a corpo con Conti.

In vista della gara interna con il Siena Pioli deve tentare una mirabile sintesi delle indicazioni che gli sono venute da Cagliari. Il Bologna coperto e attento in fase di rilancio è una garanzia nella gare in trasferta, specie ore che l'innesto di Antonsson come centrale ha dato più sicurezza al reparto difensivo. Resta il rebus del laterale sinistro, con Morleo più adatto alla gare casalinghe quando il Bologna deve virtualmente spingere e Cherubin più tagliato per le trasferte. A centrocampo i recuperi di Perez e Mudingayi saranno preziosi ma sarebbe interessante vedere la coppia di trequartisti Ramirez-Kone schierata alle spalle di Di Vaio fin dal primo minuto. La capacità del greco di aprire il campo con le sue velocissime incursioni può consentire al genietto uruguaiano e al cannoniere ritrovato di lasciare il segno.

Il centrocampo dei giovani (Pulzetti- Krihn-Casarini) non se l'è cavata male ma il marchio della personalità, per ora non c'è. Resta il fatto che un Khrin schierato fra Perez e Mudy potrebbe aggiungere verticalità e geometrie a una squadra che proprio nel palleggio ha un limite evidente. In sostanza ecco un Bologna possibile da oppore al Siena. Gillet; Raggi, Portanova, Antonsson, Morleo; Perez, Khrin, Mudingayi; Ramirez, Gimenez (al posto dello squalificato Kone); Di Vaio. Non sarà la quadratura del cerchio, ma può aiutare Pioli a ritrovare personalità e vittorie anche in casa.

salva e condividi

Commenta questo intervento

ATTENZIONE: la pubblicazione dei commenti è riservata ai soli utenti registrati. Per effettuare la registrazione è necessario cliccare sul pulsante "Da▼" che si trova in cima al modulo sottostante, e poi selezionare una delle opzioni di autenticazione.
I commenti inseriti saranno pubblicati direttamente su questa pagina. La redazione si riserva di cancellare tutti i messaggi ritenuti offensivi o diffamatori.