• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

header

Ducati e AMG studiano la moto del futuro

Pubblicato da Giuseppe Tassi Dom, 13/11/2011 - 12:52

DALL’EICMA di Milano al Motor Show di Bologna (in programma dal 3 all’11 dicembre) corre un sottile filo rosso. Lo stesso che collega da più di un anno la bolognesissima Ducati e il marchio sportivo AMG di casa Mercedes. Che il sodalizio, impostato sul marketing e la condivisione di obiettivi di mercato, fosse destinato a un luminoso futuro era nei voti di entrambi i partner.

Ma oggi i risultati concreti di quell’ intesa aprono scenari nuovi e importanti. Ducati è stata presente ai grandi saloni automobilistici (Ginevra e Francoforte) nel cuore degli stand Mercedes e in questi giorni, all’Eicma, accanto al Diavel Special Edition AMG (l’omaggio di Borgo Panigale alla Casa di Stoccarda) campeggiava la Mercedes CLS 63 AMG, massima espressione del coupé a quattro porte della Stella, dotata del motore V8 Biturbo AMG di nuova concezione e in grado di erogare una potenza massima di 557 cavalli. E anche quest’anno, ripetendo il copione del 2010, i gioielli Mercedes e Ducati saranno affiancati nelle vetrina per la stampa a Borgo Panigale e poi sotto le volte del Motor Show di Bologna.

MA È MOLTO probabile che la partnership non si fermi alle attività di co-marketing e alle suggestioni incrociate presenti sul Diavel e negli ultimi modelli AMG. Nel futuro prossimo ci sono nuovi importanti capitoli della collaborazione, che potrebbero sfociare in un veicolo costruito in comune. Si parla insistemente di una moto AMG-Ducati costruita insieme che potrebbe sfruttare per la commercializzazione la fittissima rete di vendita dei concessionari Mercedes. Dopo le voci (smentite) di un’acquisizione di Ducati da parte della Casa di Stoccarda, resta evidente l’intenzione di entrambi i partner di costruire prodotti competitivi per battere la concorrenza di Bmw.

ECCO PERCHÉ, si pensa non solo a una moto di impronta sportiva, come è nel Dna dei due marchi, ma anche a un veicolo ecologico, magari a un concept destinato a giocarsi la fondamentale partita per il futuro della mobilità. Il punto di partenza può essere lo scooter elettrico Smart, presentato già all’ultimo Salone di Parigi, ma l’esperienza Ducati e gli avveniristici scenari del design Mercedes potrebbero produrre un veicolo a due ruote dalla filosofia rivoluzionaria. Di certo alla vigilia del Motor Show potrebbero arrivare annunci importanti e forse qualche ghiotta anteprima. Basta aspettare qualche settimana e il futuro sarà a portata di mano.

salva e condividi

Commenta questo intervento

ATTENZIONE: la pubblicazione dei commenti è riservata ai soli utenti registrati. Per effettuare la registrazione è necessario cliccare sul pulsante "Da▼" che si trova in cima al modulo sottostante, e poi selezionare una delle opzioni di autenticazione.
I commenti inseriti saranno pubblicati direttamente su questa pagina. La redazione si riserva di cancellare tutti i messaggi ritenuti offensivi o diffamatori.