• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

Ultimi blog aggiornati

politica

E ora, se Berlusconi non se ne va che Napolitano gli stacchi la spina

di Xavier Jacobelli

E' ufficiale: il governo Berlusconi non ha più la maggioranza alla Camera. Poco fa, il rendiconto dello Stato è stato approvato con 308 sì, ma in 321 non hanno votato.

Stamane lo spread ha sfondato un altro record, sfiorando quota 500. Domani arrivano gli ispettori dell'Unione Europea e della Banca Centrale Europea.

In questi momenti, a Montecitorio è in corso il centoquarantesimo vertice della (ex) maggioranza).

leggi tutto | blog di Mister X |

No, è meglio che Berlusconi non guardi negli occhi i "traditori". Potrebbe leggerci cose terribili

Berlusconi dice che non darà mai le dimissioni. Che se un giorno dovesse cadere lo farebbe in Aula, davanti ad un voto negativo per la sua maggioranza. E dice anche che vuol vedere in faccia chi potrebbe votargli contro. Guardare in faccia i (da lui definiti) "traditori", in contrapposizione agli eroi scilipotiani, quelli che il 14 dicembre dell'anno scorso, con il loro repentino cambio di casacca e il loro voto, hanno salvato il governo e hanno protratto l'agonia dell'Italia fino ad ora.

leggi tutto | blog di Sandro Bugialli |

Cattivi pensieri / Ma che fine ha fatto il ministro dell'Ambiente?

Genova e le Cinque Terre sott'acqua. Morti e distruzione. E la rabbia dei cittadini per le alluvioni che sono sempre più frequenti e che seminano tragedie. Morti anche al Sud, una vittima anche all'Isola d'Elba. Tanta paura a Torino e lungo tutto il corso del Po. Insomma, ancora una volta, l'Italia è squassata da fiumi in piena, tempeste e mareggiate.

leggi tutto | blog di Sandro Bugialli |

I numeri ci sono o li diamo?

Il premier Berlusconi lo ha assicurato,  i numeri ci sono. "Abbiamo verificato in queste ore, con numeri certi, che la maggioranza c'è" ha sottolineato in collegamento telefonico con la convention di Azione Popolare di Silvano Moffa. 

leggi tutto | blog di Eleonora Caddeo |

Renzi insultato dal popolo della sinistra. Ma perchè non se ne va?

Caro De Carlo,ho letto di recente sul Suo blog la lettera di quel lettore sull’anomalia di Renzi che predica da persona ragionevole e poi rimane in un partito caratterizzato da irragionevolezza e demagogia.E trovo azzeccato,come direbbe Di Pietro,il titolo che Lei ha dato alla lettera:’’Ma che cosa ci sta a fare Renzi in quel partito?’’Giusto.Che ci sta a fare?A Roma il popolo del PD lo ha fischiato,lo ha insultato,gli ha dato del venduto (a Berlusconi s’intende)...

 

leggi tutto | blog di Cesare De Carlo |

Da alluvionato a alluvionati: forza, coraggio e diffidate della Casta. Lettera agli amici di Genova

Il solito copione che si rinnova ad ogni alluvione. Cambiano i nomi dei protagonisti: una volta è il Tanaro, una volta il Po, una volta la Bormida, una volta è il Bisagno, una volta il Fereggiano, una volta l'Arno, una volta sono torrenti sconosciuti ai più. E cambiano anche i palcoscenici: una volta è Genova, una volta le Cinque Terre, una volta il Polesine, una volta Firenze, una volta i paesi della Campania.

leggi tutto | blog di Sandro Bugialli |

"In nome di Dio, andatevene!": il discorso di Oliver Cromwell che ha dato il titolo all'editoriale del Financial Times

Ieri, il Financial Times ha scritto un durissimo editoriale sulla situazione italiana, invitando Silvio Berlusconi a dimettersi: "In nome di Dio, vattene!" (In the name of God, go!").

Il titolo si ispira al discorso che Oliver Cromwell pronunciò il 20 aprile 1653 sciogliendo il parlamento inglese. Molti lettori ci hanno chiesto il testo integrale dell'intervento. E' questo.

leggi tutto | blog di Mister X |

Cattivi pensieri / I ristoranti pieni e i sogni svaniti

Al termine del G20 di Cannes, in una conferenza stampa che avrebbe fatto il giro del mondo, il premier Berlusconi ha detto a proposito della crisi e del nostro Paese: "Mi sembra che in Italia non ci sia una forte crisi. La vita in Italia è la vita di un paese benestante, i consumi non sono diminuiti, per gli aerei si riesce a fatica a prenotare un posto, i ristoranti sono pieni".

E tutti, a queste parole, sono rimasti basiti, a cominciare dai suoi scudieri.

leggi tutto | blog di Sandro Bugialli |

Letali in Libia i jet tricolori

I PILOTI italiani battono i francesi nei bombardamenti del Paese del  Colonnello. La cortina di mistero calata sulle operazioni in Libia di colpo  si dissolve e ora scopriamo, solo dopo la fine della missione ‘Unified  Protector’, che gli aerei italiani hanno martellato gli obiettivi assegnati  e che li hanno regolarmente centrati. Il ministro della difesa Ignazio La  Russa, in collegamento con i contingenti internazionali di pace dalla sede

leggi tutto | blog di Lorenzo Bianchi |
Syndicate content