• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

Ultimi blog aggiornati

pensioni

E la lotta all'evasione? "Non è finita qui, siamo solo all'inizio". Aspettiamo e fidiamoci del prof.Monti

Non occorre scomodare Nostradamus per indovinare che a milioni di italiani onesti (quelli che hanno pagato e pagano sempre le tasse fino all'ultimo centesimo) sarebbe piaciuta da pazzi una manovra economica lacrime e sangue anche per gli evasori fiscali.

leggi tutto | blog di Sandro Bugialli |

Anche i ministri piangono

Anche i ministri piangono. Ma non sono lacrime finte, da vittima come alcuni in Rete hanno sottolineato. La commozione della Fornero è altro. Si vede dalla faccia. E se le facce non sono di plastica si vede. Quella faccia lì, ieri, era umana.

leggi tutto | blog di Rosalba Carbutti |

Monti illustra la manovra. Incredibile: non dice neanche una barzelletta e Raiuno trasmette "I soliti ignoti"

Domani è un altro giorno e anche la manovra lacrime e sangue illustrata poche ore fa dal premier Monti e da alcuni dei suoi ministri, ad una più attenta lettura sarà delineata in tutti i suoi contorni.

leggi tutto | blog di Sandro Bugialli |

Ma si può essere ostaggi del secessionista Bossi?

L'Europa per darci una mano vuole da noi la riforma del sistema pensionistico. Il commissariato premier Berlusconi è pronto a dargliela. Salverebbe forse così il suo governo, si attirerebbe svariate antipatie ma certamente andrebbe nella direzione indicata dalla Ue per salvare l'Italia dal disastro. Il Pdl unito è pronto a seguirlo in questo cammino, il terzo polo è pronto a dare il suo appoggio e a votare il provvedimento.

leggi tutto | blog di Sandro Bugialli |

E se Berlusconi diventasse no-global e antieuropeista?

Con le elezioni che, comunque vada, si avvicinano, non era realistico pensare che la Lega avrebbe ceduto sulle pensioni di anzianità. Sono un’eccentricità tutta italiana, certo, ma i due terzi dei quasi 4 milioni di assegni erogati ogni mese dall’Inps finiscono a cittadini del Nord. Dunque, come scriveva ieri la Padania, il Carroccio «non arretrerà di un passo». E non sarà questo l’unico punto sul quale Silvio Berlusconi deluderà le aspettative europee. E’ evidente che buona parte dei capi di stato e di governo che incontrerà oggi a Bruxelles non si fida di lui.

leggi tutto | blog di Andrea Cangini |

Berlusconi, alle corde, convoca il Cdm. Scontro con la Lega sulle pensioni?

Chissà se gli è venuta l'"idea forte" che cerca disperatamente da un po' di tempo. Fatto sta che Berlusconi ha convocato per oggi il Consiglio dei ministri, un consiglio che forse sarà parecchio acceso.

leggi tutto | blog di Sandro Bugialli |

Pensioni di anzianità

Penso sia indesiderabile,a dir poco,arrivare a 2 anni dalla pensione di anzianità per i 40 anni di lavoro e poi improvvisamente trovarsi ad aspettare svariati anni in più.

leggi tutto | blog di Maurizio Diana |

Il turpiloquio di Bossi e il silenzio di Maroni

Brunetta è «un nano», Casini «uno stronzo», i giornalisti andrebbero «presi a legnate». Nel Pdl c’è chi spiega la scarsa propensione di Umberto Bossi all’uso della metafora con le sue condizioni di salute: il fisico non lo sostiene, il fiato è tronco, la parola gli si nega; perciò sarebbe costretto a fare sintesi attraverso il turpiloquio. La tesi non convince. Invettiva e parolaccia hanno da sempre caratterizzato lo ‘stile’ politico del Senatùr, e di conseguenza quello dei suoi luogotenenti.

leggi tutto | blog di Andrea Cangini |

Pd contro Bersani e Cgil: "Riformiamo le pensioni"

Difficile negare l’ipocrisia della Lega sulle pensioni (soprattutto ricordando che il mitico ‘scalone’ fu introdotto dall’allora ministro Maroni), impossibile non vedere i tatticismi del Pd. «Su di noi — ammette Marco Follini — pesa il vincolo della Cgil». Ma da quel vincolo Follini non è il solo a volersi affrancare. E dunque: «Sarebbe un atto di coraggio se il Pd lanciasse alla maggioranza la sfida sulla riforma previdenziale». Un atto di coraggio, e l’unico modo «per conquistarci sul campo la credibilità come forza riformista e di governo».

leggi tutto | blog di Andrea Cangini |

Una manovra fatta di totem, tabù e tavolini a tre gambe

Ci sono parole che i leader politici  imbracciano come armi, adorano come totem, temono come tabù. I tabù sono i più duri a morire. Come il cane del fisiologo russo Ivan Pavlov al suono della campanella che annunciava il cibo già iniziava a salivare, così i politici cedono spesso a veri e propri riflessi condizionati. Al solo udire la parola «pensioni», Umberto Bossi mette mano alla fondina.

leggi tutto | blog di Andrea Cangini |
Syndicate content