• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

Ultimi blog aggiornati

pd

Nuovo Ulivo e vecchi rischi per il Pd

Pare dunque che, a Vasto, venerdì sia nata l’alleanza elettorale tra Bersani, Di Pietro e Vendola. Manca solo il patto di desistenza con i ‘comunisti’ di Ferrero. I lettori occasionali stupiranno: perché, non era già deciso che si sarebbero presentati assieme alle elezioni?

leggi tutto | blog di Andrea Cangini |

Se il Pd s'impicca con la cinghia della Cgil

E’ opinione diffusa che se l’opposizione  fosse stata giudicata «credibile», lo scorso dicembre Berlusconi avrebbe faticato a trovare i numeri in parlamento per la fiducia al governo. E la storia sarebbe cambiata. Tra le ragioni che spingono molti, dentro e fuori il Palazzo, a considerare poco credibile, e dunque scarsamente competitivo, il Pd c’è anche il rapporto che lo lega alla Cgil. I Ds ne erano succubi, la storica «cinghia di trasmissione» tra Pci e masse funzionava diversamente dal passato: a trainare era ora il sindacato, il partito veniva trainato.

leggi tutto | blog di Andrea Cangini |

Pd contro Bersani e Cgil: "Riformiamo le pensioni"

Difficile negare l’ipocrisia della Lega sulle pensioni (soprattutto ricordando che il mitico ‘scalone’ fu introdotto dall’allora ministro Maroni), impossibile non vedere i tatticismi del Pd. «Su di noi — ammette Marco Follini — pesa il vincolo della Cgil». Ma da quel vincolo Follini non è il solo a volersi affrancare. E dunque: «Sarebbe un atto di coraggio se il Pd lanciasse alla maggioranza la sfida sulla riforma previdenziale». Un atto di coraggio, e l’unico modo «per conquistarci sul campo la credibilità come forza riformista e di governo».

leggi tutto | blog di Andrea Cangini |

Le Province restano? Che venga almeno abolita l'intera classe dirigente del Pd

Eh sì, quella di ieri non è stata davvero una bella giornata per i maggiori partiti della nostra democrazia. Ora non voglio tornare sulle vicende del Pdl con Berlusconi che (come dicono a Roma) prima "ce prova" e poi, una volta scoperto l'inghippo, è costretto a ritirare dalla bozza della manovra economica quel piccolo comma "salva Fininvest" che gli permetteva di non versare una paccata di milioni di euro a De Benedetti per l'affaire Mondadori.

leggi tutto | blog di Sandro Bugialli |

Bersani nella morsa tra D'Alema e Veltroni

Poiché sono le regole che fanno il gioco, e dalle regole del gioco dipende l’identità dei giocatori, davvero non si riesce a capire a quale gioco intenda giocare il Pd. Di certo c’è solo che le varie anime del partito concordano sul fatto che l’attuale sistema elettorale vada abolito. Il problema è con cosa sostituirlo.

leggi tutto | blog di Andrea Cangini |

Il manifesto del Pd? Oltre alle gambe ci vuole ironia

 

Cosa ne pensate del manifesto della Festa dell'Unità di Roma? E' davvero la solita strumentalizzazione del corpo femminile come sostenuto dal comitato 'Se non ora quando' che a febbraio portò in piazza un milione di donne? Ma dai, su, non esageriamo. Sono delle semplici gambe che scimmiottano Marilyn Monroe... e lo slogan 'cambia il vento', diciamolo, è anche consono all'immagine.

leggi tutto | blog di Rosalba Carbutti |

Casini mai col centrodestra? Un tragico equivoco

Un tragico equivoco. Martedì mattina, i cronisti delle agenzie di stampa hanno battuto una dichiarazione di Pier Ferdinando Casini dalla portata rivoluzionaria. A domanda «tornerà nel centrodestra se Berlusconi dovesse fare un passo indietro?», il leader dell’Udc avrebbe risposto: «Non è nel novero delle possibilità». Bersani ha acceso un cero alla madonna di san Luca, ‘Repubblica’ ha titolato «Casini apre all’alternativa col Pd», i finiani hanno maledetto Badoglio, i dirigenti pidiellini proiettati al dopo-Berlusconi sono precipitati nel più cupo pessimismo. Non era vero.

leggi tutto | blog di Andrea Cangini |

Berlusconi appare saldo in sella, eppure...

A leggere le cronache, la forza del governo si incrementa di giorno in giorno. La maggioranza s’allarga, i finiani litigano tra loro, la strategia movimentista e legalitaria di Bersani scontenta i moderati del Pd e prelude alla nascita di forze centrifughe nel partito siciliano, i partner del Terzo polo battibeccano sulle alleanze per le amministrative. Alla Camera, il processo breve caro al premier è stato votato anche da 6 franchi tiratori delle opposizioni. Eppure, sotto il pelo dell’acqua si intravedono movimenti di segno opposto.

leggi tutto | blog di Andrea Cangini |

Tra monetine e nevrosi prevalgono i calcoli di bottega

Mentre Berlusconi tornava ad indossare i panni del signor Ghe Pensi Mi, replicando sul problema degli immigrati a Lampedusa lo schema già applicato a quello dei rifiuti in Campania (compreso l’acquisto di una villa in loco), a Roma il confronto politico si faceva scontro senza quartiere. L’appello del capo dello Stato a soluzioni condivise è caduto nel vuoto, la rottura tra maggioranza e opposizioni appare insanabile, il lancio di monetine davanti a Montecitorio evoca fatalmente il clima del ’93. Difficile, oggi, distinguere tra popolo viola e militanti del Pd.

leggi tutto | blog di Andrea Cangini |

'D'Alema e Veltroni, a casa'. Parola di un giovane Pd

Un mio articolo da Il Resto del Carlino di venerdì 25 marzo 2011.  

leggi tutto | blog di Massimo Pandolfi |
Syndicate content