• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

Ultimi blog aggiornati

fini

No, non ci si diverte per niente a vivere nel "paese del bunga bunga"

Un fan di Berlusconi mi sollecita a scrivere qualcosa sul caso Ruby-Berlusconi così, dice sarcasticamente, “mi diverto un po’”.

leggi tutto | blog di Sandro Bugialli |

Perché il federalismo, alla fine, passerà

Si sa che Bossi valuterà la possibilità di tenere in vita la legislatura solo se a fine mese verranno approvati gli ultimi decreti sul federalismo fiscale. E ieri l’uscita del finiano Baldassarri ha messo in discussione i voti di Fli. Voti determinanti, non avendo Pdl e Lega la maggioranza nella commissione bicamerale sul federalismo. Si assiste così a una singolare evoluzione: i finiani, che hanno sempre votato a favore del federalismo, sembrano sul punto di ripensarci; l’Udc, che ha sempre votato contro, sembra incline ad ammorbidire la propria posizione.

leggi tutto | blog di Andrea Cangini |

Napoli e i suoi rifiuti: il fallimento del "governo del fare"

C’è chi mi accusa di parlare in continuazione di Berlusconi e del suo governo. Ma come si fa a non parlare di un governo che, a detta anche di un suo ex alleato (Fini), fa solo finta di fare le cose ma in realtà non ne realizza una?

leggi tutto | blog di Sandro Bugialli |

Le gioie e i dolori di Berlusconi e Fini

C’è ancora almeno una cosa che accomuna Silvio Berlusconi a Gianfranco Fini: le donne. Più per i relativi dolori, però, che per le gioie connesse. Le disgrazie mediatiche del primo iniziarono infatti con l’affondo di lady Veronica causa Carfagna e Noemi. L’iniziale sfregio all’immagine pubblica, e pubblicamente austera, del secondo venne dalle memorie di Luciano Gaucci sulla di lui moglie, Elisabetta Tulliani, e dalle imprese monegasche del di lei fratello, Giancarlo. L’ultima, per Berlusconi, è il caso Prestigiacomo.

leggi tutto | blog di Andrea Cangini |

Napolitano, una tirata d'orecchie a Fini no?

Quando Berlusconi l'ha fatta fuori dal vaso (ed è successo più volte, va detto), il presidente della Repubblica ha sempre preso posizione. Giustamente. Ora, nel momento in cui tutti apprezziamo il discorso fatto ieri da Giorgio Napolitano (niente elezioni, ci vuole stabilità, eccetera eccetera),faccio notare che forse una tiratina d'orecchie più o meno diretta a Gianfranco Fini andava fatto. Lui sì che da mesi e mesi la fa fuori dal vaso!

leggi tutto | blog di Massimo Pandolfi |

Perché Fini avrebbe già dovuto dimettersi

Da qui a un mese si capirà se, come sembra, le elezioni anticipate saranno lo sbocco inevitabile di una maggioranza oggettivamente debole. In caso affermativo, si fa largo la voce che Gianfranco Fini intenda aspettare gennaio o addiruttura il congresso fondativo di Futuro e libertà (11-13 febbraio) per rassegnare le dimissioni da presidente della Camera. Comunque troppo tardi. Meglio sarebbe stato se, lo scorso 7 novembre, le avesse fatte coincidere col suo comizio di Bastia Umbra: ovvero col momento in cui ha deciso che nessuna mediazione era più possibile con Silvio Berlusconi.

leggi tutto | blog di Andrea Cangini |

Se Bossi sembra far sfumare i sogni di Berlusconi

La cravatta col logo patriottico, la voce suadente, i toni quasi affettuosi quando s’è rivolto ai parlamentari finiani: Silvio Berlusconi dev’essere uscito dall’aula del Senato con la bocca sanguinante, tanto s’era morso la lingua durante il suo discorso per la fiducia. Un discorso equilibrato, ricco di buonsenso, interamente costruito lungo due direttrici: la crisi economica internazionale (che richiede compattezza e stabilità) e la necessità di ricostituire «l’unità dei moderati» (un appello ai finiani, dunque, ma soprattutto a Casini).

leggi tutto | blog di Andrea Cangini |

Ore decisive per Berlusconi. Comunque vada, per lui sarà un insuccesso

Ancora poche ore e sapremo. Sapremo se Berlusconi avrà ottenuto sia al Senato che alla Camera la fiducia. Sapremo se l’ha ottenuta solo al Senato e non alla Camera. Sapremo se questo governo del “fare finta” andrà avanti per qualche giorno ancora o qualche mese o dovrà immediatamente dimettersi. Insomma, ci sono ancora un sacco di variabili in corso.

leggi tutto | blog di Sandro Bugialli |

Berlusconi si appella ai moderati, ma Fini e Casini hanno già fatto una scelta di campo

L'appello ai moderati lanciato da Silvio Berlusconi all'aula del Senato è l'ultima ancora di salvezza di un governo che ha bisogno di uomini e voti per combattere l'emorragia di consensi creata dall'uscita dei ''futuristi'' di Fini. Gli esperti di numeri e di strategie parlamentari dicono che la battaglia per il futuro del governo Berlusconi si giocherà lungo un crinale di sette-otto voti. Ma per assicurarsi un domani che non sia mera sopravvivenza o affannosa marcia verso le nuove elezioni il premier ha bisogno di un consenso più largo.

leggi tutto | blog di Giuseppe Tassi |

Cinque nubi s'addensano sui cieli di Fini

Nessuno si illude che la lettera dei ‘pontieri’ di Pdl e Fli possa condurre a una svolta nei rapporti tra Berlusconi e Fini. Il presupposto sarebbe la «non partecipazione» dei finiani al voto sulla mozione di sfiducia al governo previsto per martedì, ma è chiaro che per Fini significherebbe perdere la faccia. Nel suo discorso alle camere Berlusconi volerà alto, si mostrerà conciliante e farà appello ai moderati in nome dell’interesse nazionale, ma più per poter dire «io ci ho provato» che pensando di sortire un qualche effetto. La lettera, però, aiuta a capire alcune cose.

leggi tutto | blog di Andrea Cangini |
Syndicate content