• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

Ultimi blog aggiornati

cronaca

Che cerchino il colpevole

PER FAVORE, adesso non litigate. E soprattutto (e sempre per favore) trovate il colpevole. Non vogliamo pensare che sul cadavere di Yara Gambirasio s’intreccino schermaglie, conflitti di potere e di competenze, guerre sotterranee o subacquee fra investigatori, fra inquirenti, fra uffici della giustizia. C’è una bambina assassinata, aggredita, ferita, colpita, abbandonata a morire al gelo di una notte di fine novembre, fra le sterpaglie di un campo. C’è un assassino, il più brutale degli assassini, che dopo quasi un anno rimane acquattato nell’ombra. No.

leggi tutto | blog di Gabriele Moroni |

Messina, la coscienza sociale e il rispetto dei disabili

 Che la città di Messina sia carente di una coscienza sociale nel rispetto dei posti auto riservati ai disabili, questo è un fatto. Lo osservo giornalmente percorrendo le strade della città. Alle volte invece, basta affacciarmi dalla finestra di casa per assistere impotente agli abusi effettuati da automobilisti "schizofrenici", ai danni di una bambina portatrice di gravi handicap e dei suoi genitori.

leggi tutto | blog di Fabrizio Vinci |

La principessa è senza rospo

Povere principesse. Senza più rospi a disposizione come faranno a trasformarli in principi azzurri con un solo, soavisssimo bacio?

leggi tutto | blog di Gabriele Moroni |

Studiare per restare giovani

COME RIMANERE giovani, invariabilmente giovani? Scartare il metodo Faust, perché il mellifluo Mefistofele presto o tardi presenta il conto. Da evitare anche il metodo Dorian Gray, il ritratto che invecchia al posto del giovane effigiato, prendendo su sé vizi, peccati, deviazioni: il risultato finale non è garantito. E allora?

leggi tutto | blog di Gabriele Moroni |

Ferito l'albero della piccola vedetta

«HAI BUONA vista, tu, monello». «Io? - rispose il ragazzo -. Io vedo un passerotto lontano un miglio». «Saresti buono a salire in cima a quell’albero?» «In cima a quell’albero? Io?

leggi tutto | blog di Gabriele Moroni |

Indignazione a fuoco lento

IN ALTRI tempi (non lontani, ma i rivolgimenti epocali che si sono susseguiti li fanno apparire paleolitici) sarebbe stato tutto un dibattere, un zonzare dialettico nelle sezioni, un prolungarsi anche notturno di discussioni appassionate e sofferte. Un caso Penati riproiettato nel passato avrebbe prodotto questo effetto scatenante. Oggi, in tempi di balsami e di ovatte, la «questione morale» non deflagra con tanta carica esplosiva. Ma si accende, sia pure con più lenta combustione.

leggi tutto | blog di Gabriele Moroni |

Viadotto killer sulla Messina-Palermo: barriere di sicurezza insufficienti

Ieri mi trovavo sull'autostrada Messina-Palermo, per trascorrere una serata con la mia famiglia, quando all'altezza del viadotto Fiorentino mi sono trovato davanti una scena drammaticamente eloquente: due auto della polizia, un carro attrezzi e un guardrail divelto. Così ho intuito che probabilmente un'auto era volata giù dal viadotto; anche perché non è la prima volta che, nel tratto autostradale tra la città dello Stretto e il comune di Villafranca Tirrena, avvengono incidenti generalmente mortali, con autoveicoli che cadono giù dai cavalcavia.

leggi tutto | blog di Fabrizio Vinci |

L'Inghilterra brucia/ Il sociologo Bauman: questa non è una rivolta per il pane, ma per il cellulare

Zygmunt Bauman per "Social Europe Journal"

pubblicato dal "Corriere della Sera" - Traduzione di Rita Baldassarre

Queste non sono rivolte del pane o della fame. Queste sono rivolte di consumatori deprivati ed esclusi dal mercato. Le rivoluzioni non sono la conseguenza inevitabile delle ineguaglianze sociali, lo sono invece i terreni minati.

leggi tutto | blog di Mister X |

Istat, Messina fanalino di coda nella raccolta differenziata

  I dati Istat sugli indicatori ambientali hanno evidenziato la città di Messina come maglia nera d'Italia, nella raccolta differenziata; poco importa se a pari merito con Enna e Siracusa. Adesso bisognerebbe capire le ragioni per le quali il capoluogo peloritano non riesca ad adeguarsi alla legge ed al rispetto dell'ambiente.

leggi tutto | blog di Fabrizio Vinci |

Serve subito chiarezza

Primo sentimento: la paura. La paura dei tifosi atalantini, quelli autentici anche nella loro generosa esuberanza e non altri, di vedere sfumare la conquistata serie A. La paura che in queste ore avvolge il mondo di un calcio provinciale, che per anni ha fatto di onestà e pulizia il suo stendardo. Sono le conseguenze di una storiaccia sbilenca, animata da dentisti e tabaccai, popolata da tranquillanti somministrati a metà partita, di bancomat sottratti fra coniugi, di vanterie, minacce, debiti in denaro e crediti millanatati.

leggi tutto | blog di Gabriele Moroni |
Syndicate content