• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

Ultimi blog aggiornati

ambiente

Cattivi pensieri / Ma che fine ha fatto il ministro dell'Ambiente?

Genova e le Cinque Terre sott'acqua. Morti e distruzione. E la rabbia dei cittadini per le alluvioni che sono sempre più frequenti e che seminano tragedie. Morti anche al Sud, una vittima anche all'Isola d'Elba. Tanta paura a Torino e lungo tutto il corso del Po. Insomma, ancora una volta, l'Italia è squassata da fiumi in piena, tempeste e mareggiate.

leggi tutto | blog di Sandro Bugialli |

La crisi e il tarlo del cemento

Il rischio che a pagare la crisi economico-finanziaria in atto sia anche l’ambiente, è concreto. Il cemento come volano per la ripresa è nella tradizione anche se di solito a guadagnare è soltanto il profitto d’impresa e a perdere è il paesaggio. C’è quindi da temere un’accelerazione del piano di stravolgimento dell’habitat, che negli ultimi quindici anni ha già distrutto il 17 per cento della superficie agricola.

leggi tutto | blog di Achille Scalabrin |

Italia Nostra contro Italia loro, caccia ai mostri (di cemento)

ITALIA NOSTRA apre la caccia ai fantasmi di cemento, da Nord a Sud.

leggi tutto | blog di Achille Scalabrin |

Istat, Messina fanalino di coda nella raccolta differenziata

  I dati Istat sugli indicatori ambientali hanno evidenziato la città di Messina come maglia nera d'Italia, nella raccolta differenziata; poco importa se a pari merito con Enna e Siracusa. Adesso bisognerebbe capire le ragioni per le quali il capoluogo peloritano non riesca ad adeguarsi alla legge ed al rispetto dell'ambiente.

leggi tutto | blog di Fabrizio Vinci |

un depuratore gigante

IL DEPURATORE di Porto Sant’Elpidio sarà ampliato e diventerà tre volte più grandi di quello che si vuole realizzare a San Marco? Il procedimento è stato avviato dal <TH>Tennacola e, anche se per il momento la Conferenza dei servizi l’ha sospeso in attesa di chiarimenti, è facile prevedere che si scateneranno dibattiti e polemiche come è già successo per il nuovi impianto programmato a Fermo.

leggi tutto | blog di Stefano Cesetti |

Il club dei napoletani nati al nord

IL LUOGO è ameno e la natura così ben conservata che quasi mozza il fiato. Lo sguardo accarezza per chilometri i crinali delle colline, si tuffa tra le doline, riemerge tra i vigneti e le ginestre per poi planare sulla pianura antistante, disegnata da secoli di cure. Nei giorni più limpidi da quassù si può vedere il mare a destra e le Alpi di fronte. Il silenzio avvolge tutto e il mutar dei colori segna il trascorrere delle ore, come avveniva prima dell’avvento del Tempo della frenesia.

leggi tutto | blog di Achille Scalabrin |

I prossimi 90 anni sulle spiagge del mare non più nostrum

 

AFFIDARE le spiagge ai privati in concessione per 90 anni, è un regalo principesco agli attuali proprietari di bagni, chioschi, impianti balneari. Che ne beneficiano ben più dello Stato. Parlano le cifre: per i 25mila stabilimenti italiani il fatturato annuo supera i 2 miliardi di euro; di questa cifra, i titolari versano alle casse statali appena 97 milioni. Il canone annuo medio è pari a 4mila euro.

leggi tutto | blog di Achille Scalabrin |

Veneto, il paesaggio assassinato

Se dall’Altopiano di Asiago ci si affaccia sulla pianura vicentina e padovana, una parola viene spontanea: orrore. La selva sottostante di fabrichette, capannoni, case, strade, garage, rotatorie, cavalcavia che in vent’anni si è divorata questa fetta di ‘Veneto barbaro di muschi e nebbie’, tanto cara a Goffredo Parise, mette paura. Un senso di spaesamento assale e disintegra il ricordo di campagne rigogliose, di filari di alberi e vigne, di ville palladiane e casolari.

leggi tutto | blog di Achille Scalabrin |

Saccheggi d'Italia. Dopo i Mille serve un'altra impresa

''Lui l'ha unita. Tu puoi salvarla''. Con questo slogan e l’immagine di Garibaldi, il Fai lancia il censimento 2010 dei 'luoghi del cuore'. Ottima idea, quella di chiedere agli italiani di indicare le località che meritano di essere tutelate. Un borgo, un oliveto, una pieve, una spiaggia da sottrarre ai barbari. Il sacco d’Italia c’è già stato e continua, ma forse siamo ancora in tempo a proteggere qualcuno dei ''luoghi inconfondibilmente italiani in cui ognuno di noi può ritrovarsi'', come dice la pubblicità.

leggi tutto | blog di Achille Scalabrin |

La deriva nucleare in Italia

 Molte testate giornalistiche nazionali hanno iniziato una campagna mediatica per convincere gli Italiani sulla necessità di una svolta energetica nucleare. A breve anche sui teleschermi, attraverso uno spot Rai, proveranno a farci dimenticare Chernobyl.

leggi tutto | blog di Fabrizio Vinci |
Syndicate content