• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

header

Qui in Italia noi non facciamo così

Qui in Italia noi facciamo così. Qui il nostro governo favorisce i molti invece dei pochi: e per questo viene chiamato democrazia. Qui in Italia noi facciamo così. Le leggi qui assicurano una giustizia eguale per tutti nelle loro dispute private, ma noi non ignoriamo mai i meriti dell’eccellenza.

salva e condividi

Il fedelissimo Fede e il samba dei ruffiani

Tutto iniziò nel 2004 con la vita straordinaria di Gesù. Poi vennero quelle più recenti dei grandi, nel bene e nel male: da Hitler a Padre Pio, da Mussolini a Marilyn Monroe, da Giovanni XXIII a Giovanni Paolo II. In programma anche Enzo Ferrari e De Sica. Ma i segreti del vero grande uomo, quello che ha segnato il XX secolo e sconfinato pure in questo, li abbiamo appresi martedì scorso.

salva e condividi

Le offensioni delle parole

"Basta che uno si mostri sensibile alle punture o abitualmente o attualmente perché gli altri più s’infervorino a pungerlo e annichilarlo.

salva e condividi

L'antisemita, tutto fuorché un uomo

''L'antisemita è un uomo che ha paura. Non degli ebrei, certamente: ma di se stesso, della sua coscienza, della sua libertà, dei suoi istinti, delle sue responsabilità, della solitudine, del cambiamento della società e del mondo; di tutto meno che degli ebrei.

salva e condividi

Salvare il paesaggio, parole buttate al vento

Solitamente, Giulio Tremonti lascia il segno. Non solo quando taglia i bilanci dello Stato, ma anche quando parla. Dipende forse dal fatto che il ministro dell’Economia è un uomo concreto, poco avezzo agli illusionismi, anche se ingaggiato da una compagnia cantante e danzante. Ma la sua sortita di una settimana fa contro ''le balle dei mulini a vento e dell’eolico'', contro quello che definisce «uno degli affari più grandi di corruzione», stranamente non ha mosso foglia.

salva e condividi

Così parlò il sottosegretario Girobondi

Mentre anche in politica le coppie scoppiano, tra Sandro Bondi, ministro ai Beni e alle attività culturali, e il suo sottosegretario Francesco Maria Giro è una interminabile luna di miele. Viene addirittura il sospetto che il primo assuma a volte voce e aspetto del secondo per ribadire due volte lo stesso concetto. Se l’ex sindaco comunista di Fivizzano definisce''inaccettabili'' le critiche di Zubin Metha per i tagli agli enti lirici, Giro ripete ''inaccettabili''.

salva e condividi

Se il Papa non teme le moschee d'Italia....

Non mi era mai capitato di mettere d’accordo così tanti lettori su un’idea contraria alla mia, come con la rubrica di domenica sugli zingari. Bene, spero di concedermi il bis e dico subito che a mio avviso le moschee in Italia vanno costruite. E nel dirlo mi appello alla libertà di culto che resta uno dei cardini di un Paese democratico. Si alzino allora i minareti a Milano come a Bologna e a Firenze, dove in queste settimane sul tema si fa un gran strepitio.

salva e condividi

Via da qui zingari, lumbard, veneti e toscani

Gli zingari cacciati dalla Francia si stanno riversando verso l’Italia e il Belgio, dove però già si pensa di imitare Sarkozy. Di 'liberté, egalité, fraternité' è stato fatto strame e rischia di spargersi per l’Europa, unita più che da una vera politica comune dalle tentazioni xenofobe che tracimano dall’Atlantico al Mar Nero, dal Mediterraneo al Baltico. Gettare sui vicini il problema rom - ché in ogni caso di problema si tratta - è la più facile e la più meschina delle soluzioni.

salva e condividi

Bradbury e il fuggi, fuggi

RAY BRADBURY compie oggi 90 anni. L’autore di 'Fahrenheit 451' e «Cronache marziane» ha osservato nei giorni scorsi: 'Abbiano troppi cellulari, troppo Internet, dobbiamo sbarazzarci di questi aggeggi'. E a Yahoo che gli ha proposto di mettere i suoi libri su un lettore elettronico ha risposto 'rizzate le orecchie e andate al diavolo'. Dette così, sembrano le regole di un Impero oscurantista.

salva e condividi

Quegli interventi dall'alto dei cieli

In principio Dio creò il cielo e la terra. (Genesi);

salva e condividi
Syndicate content