• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

header

Frecciarossa, l'educazione è a pagamento

Pubblicato da Achille Scalabrin Mer, 30/11/2011 - 20:12

DELLA RIVOLUZIONE sui Frecciarossa pensata da Trenitalia, si è letto sui giornali di ieri. Le due classi cedono il passo ai quattro livelli, le poltrone si reclinano anche di 138 gradi, il restyling delle carrozze è firmato Giugiaro, per chi viaggia in executive il menu curato da Gian Franco Vissani arriva sul tavolino. E c’è anche, soprattutto, l’area silenzio, quasi un sussulto di civiltà nordica, un’oasi catapultata a 300 chilometri orari tra Milano e Napoli, una rivincita del pensiero sulle urla tramite cellulare. Ma se siete tra coloro che si apprestano a esultare, astenetevi. A meno che non decidiate di viaggiare in business (la vecchia prima classe), perché è lì e solo lì che troverete la zona silenziosa, uno spazio della carrozza in cui sono banditi i telefonini e i rumori della mala educacion.

 Se invece ritenete esoso il prezzo del biglietto, allora accomodatevi pure nella ex seconda, che nel pacchetto include anche decibel elevati. Lì sarete lasciati in compagnia di commercialisti arrembanti, di ragazze dal cuore infranto, di studenti precari, di madri apprensive, di sindacalisti vaganti, di badanti in transito, tutti intenti a far pervenire a centinaia di chilometri di distanza il listino degli affari loro. Insomma, saremo ancora prigionieri dell’inarrestabile chiacchericcio via telefono cui siamo sottoposti da anni. E da anni sappiamo che una telefonata allunga forse la vita, come diceva la pubblicità, ma che tante telefonate ci hanno tolto il piacere di viaggiare in treno. Trenitalia tuttavia pensa a noi; vogliamo una cosa semplice ma importante come l’educazione? Basta pagarla. E’ il business, bellezza.

(pubblicato su Qn-Carlino-Nazione-Giorno il 26 novembre 2011)

salva e condividi

Commenta questo intervento

ATTENZIONE: la pubblicazione dei commenti è riservata ai soli utenti registrati. Per effettuare la registrazione è necessario cliccare sul pulsante "Da▼" che si trova in cima al modulo sottostante, e poi selezionare una delle opzioni di autenticazione.
I commenti inseriti saranno pubblicati direttamente su questa pagina. La redazione si riserva di cancellare tutti i messaggi ritenuti offensivi o diffamatori.