• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

header

CHI SALE, CHI SCENDE

Ebbene sì. C’è chi guadagna posizioni, chi irrimediabilmente le perde, come avviene del resto in ogni società che si rispetti.  E anche quella lucchese non è immune da balzi in avanti o arretramenti. Ormai alle porte dell’estate, non c’è periodo migliore per vedere chi sale e chi scende tra personaggi pubblici, territori, ma anche situazioni che abbiamo vissuto negli ultimi mesi.

salva e condividi

ECCO A VOI LE PRIMARIE

A mali estremi, cari lettori, estremi rimedi. E’ vero, manca sempre un anno alle elezioni pe il nuovo sindaco del comune di Lucca. Ma una cosa è già chiara: siccome né centrodestra né centrosinistra hanno intenzione di fare le primarie (spero vivamente di essere smentito, e che alla fine soprattutto il Pdl ci pensi seriamente...) allora le primarie le facciamo noi. Virtuali, certamente. Magari non rituali o seriose. Però almeno proviamo a ipotizzare cosa potrebbero fare certi personaggi nel caso dovessero gareggiare e poi vincere.

salva e condividi

GUARDIAMOCI IN FACCIA

Va detto francamente: il tempo di cincischiare è finito. La situazione va affrontata di petto, quando

salva e condividi

CAPITALE UMANO

Non passa mese, a Lucca, che qualcuno non chieda la realizzazione di un nuovo auditorium, di spazi espositivi, o ancora di contenitori per questa o quell’attività. E non passa settimana che l’agenda cittadina non registri conferenze, incontri, presentazioni di libri, mostre e chi più ne ha più ne metta. Molti appuntamenti di qualità, non c’è dubbio, a fronte di tanti che però lasciano il tempo che trovano. Lungi da me fare una classifica sulle cose più o meno interessanti, anche perché tutto è opinabile e ognuno ha i propri gusti.

salva e condividi

CHI BUTTIAMO DALLA TORRE?

Bella Lucca eh? Non finisce mai di stupirci per il suo fascino. Ma non voglio certo elencare qui gli scorci più o meno belli. Questa volta invece i monumenti ci ispirano un gioco. Uno di quelli semi-seri, ma anche irriverenti. Perché quando ci vuole ci vuole. Transitando da via S.Andrea

salva e condividi

VUOTO A PERDERE

NON SO se ci avete fatto caso, ma a Lucca abbiamo un vizio. Ci dimentichiamo presto dei meriti che certi protagonisti della vita cittadina hanno avuto, ma anche dei vantaggi che alcune situazioni hanno portato e portano. Insomma fatti e personaggi , dopo aver esaurito la fase di convenienza o novità, perdono subito di valore, tanto da poter essere bollati come inutili. Il tutto annacquato in una sorta di Panta Rei, cioè il tutto scorre: ma nel senso negativo del termine, quasi non ci eccitassimo più di niente.

salva e condividi

AMERICANI DI LUCCA

Bernie è un ingegnere originario di Tassignano che ha fatto fortuna a Chicago, dove vive con la moglie e i figli. Ora è in pensione. Pensate un po’: tra le bambine che frequentavano con lui l’asilo nella frazione capannorese, c’era anche quella che sarebbe diventata la sua futura sposa. Ma, ironia della sorte, quella ragazza la conobbe e se ne innamorò lungo la strada dell’America, non nel paese in cui era nato: quando si dice il destino... Mike invece è un ragazzo dell’Illinois pieno di speranze: ha superato da poco i 20 anni, e i suoi nonni sono lucchesi Doc.

salva e condividi

IL LABIRINTO E LE PORTE

Sono la caratteristica di Lucca, e prima o poi dovremo davvero decidere come farle funzionare. Mi riferisco forse alle affascinanti torri? Ma no. Alle cento chiese? Macché. Alle Mura? Neanche. A via Fillungo?

salva e condividi

GLI INCUBI NOTTURNI SI RIVELANO VERI

Sarà l’arrivo della primavera, sarà che quel detto «aprile dolce dormire» è proprio sacrosanto, fatto sta che il sonno in questo periodo è sempre più desiderato, e ne vorremmo avere chissà quante ore in più. Non so voi, però a me capita che il risveglio ultimamente sia più lento del solito. E quando la lotta con la sveglia sul comodino si fa ardua, gli incubi notturni si moltiplicano. Io questa settimana ne ho avuto parecchi, e non ho certo problemi a svelarveli.

salva e condividi

LE PAROLE CHE FERISCONO

Va detto chiaramente. Qualcuno sta giocando allo sfascio. Per la verità il nostro giornale lo aveva già denunciato già nei giorni scorsi, lanciando  la campagna (che è ancora in corso) dal titolo  «Io penso positivo, amo Lucca». E oggi lo ribadiamo con forza. Siamo felici che anche  il prefetto Giuffrida abbia voluto lanciare  il messaggio, snocciolando i dati freschi sulla criminalità e in qualche modo tirando le orecchie a chi ingigantisce: certo, anche qui i problemi esistono, ma ora è altrettanto chiaro che c’è chi distorce la realtà.

salva e condividi
Syndicate content