• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

header

False multe, la truffa corre sul web

Pubblicato da Lorenzo Sani Mar, 22/04/2008 - 15:29

(ANSA) - MILANO, 21 APR - L'ingegno dei truffatori informatici e' arrivato persino a studiare messaggi di posta elettronica che chiedono di pagare tramite carta di credito le infrazioni al codice della strada sanzionate dai vigili.
Casi del genere, gia' avvenuti altrove, si sono verificati di recente anche a Milano e il vicesindaco, Riccardo De Corato, nel darne notizia, ha voluto mettere in guardia la cittadinanza.
''La polizia municipale e l'amministrazione comunale - ha precisato De Corato - non richiedono mai l'invio di denaro tramite messaggi di posta elettronica, quindi non hanno niente a che fare con l'invio di queste e-mail. Si tratta di una vera e propria truffa informatica. Pertanto raccomando i cittadini di non aprire gli allegati e soprattutto di non
versare soldi''.
Sulle mail falsamente intestate 'Comune di Milano' e 'Polizia Municipale', il pm Alberto Nobili ha gia' aperto
un'indagine.''Il fenomeno delle truffe informatiche - ha aggiunto De Corato - e' ormai sempre piu' diffuso e dilagante tra gli utenti
della rete. Un reato dietro il quale spesso si nascondono vere e proprie bande criminali organizzate che sfruttano il nome di banche, enti e istituzioni per convincere i cittadini a versare denaro''. (ANSA).

YN3-CSN 21-APR-08 21:17 NNNN (ANSA) - MILANO, 21 APR - Le mail sono arrivate proprio oggi ma forse anche nei giorni scorsi dato che alla prima telefonata di un cittadino ne hanno poi fatto seguito altre.
In tutti i casi si tratta di mail che, arrivate sulla posta privata o aziendale, avvisavano di ''aver commesso un'infrazione'' chiedendone il pagamento e di collegarsi a un dato indirizzo. L'obbiettivo non erano i soldi, ma i dati che poi avrebbero fornito i cittadini, compresi quelli, magari, della carta di credito. Le mail sono state spedite in
concomitanza con l'arrivo annunciato delle prime multe dell'Ecopass, il nuovo sistema di accesso al centro di Milano.
Non e' il primo caso in cui un falso esponente delle forze dell'ordine si approccia via mail sui sistemi di posta
elettronica dei cittadini. Nello scorso settembre arrivo' un po' in tutta Italia una mail da un tale Prisco Mazzi, sedicente
capitano della Guardia di Finanza che ammoniva a non scaricare ''software illegale'' e a contattare un indirizzo
e-mail, dove naturalmente ai malcapitati venivano carpiti i dati personali.
Secondo i dati disponibili per l'area Emea (Europa, Medio Oriente e Africa), resi noti da Symantec, Milano e'
all'ottavo posto nelle infezioni da virus. Al primo posto c'e' Madrid.
Seguono Ankara e Cagliari. Roma e' sesta. (ANSA).

CSN 21-APR-08 21:48 NNNN

|
salva e condividi

Commenta questo intervento

ATTENZIONE: la pubblicazione dei commenti è riservata ai soli utenti registrati. Per effettuare la registrazione è necessario cliccare sul pulsante "Da▼" che si trova in cima al modulo sottostante, e poi selezionare una delle opzioni di autenticazione.
I commenti inseriti saranno pubblicati direttamente su questa pagina. La redazione si riserva di cancellare tutti i messaggi ritenuti offensivi o diffamatori.