• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

header

Il governo parla di golf

Pubblicato da Andrea Ronchi Gio, 15/04/2010 - 08:27

Già in una nota del Governo del 31 marzo, dove si sottolineavano le linee guida e le realizzazioni compiute in ambito turistico, si parlava, tra le altre cose di golf. L'argomento è diventato quanto mai attuale perché Michela Brambilla ha intenzione di sposare il nostro amato sport per lo sviluppo turistico e se ne parlerà nel prossimo Consiglio dei Ministri. Subito, ovviamente, divampano le polemiche. Un paio di giorni fa Andrea Lulli, capogruppo del Pd nella commissione Attivita' produttive della Camera, ha dichiarato:"Dopo le briciole del decreto incentivi, che avranno scarsi effetti sulla vita degli italiani, apprendiamo che il Governo si occupera' nel prossimo Consiglio dei ministri di campi da golf. Non c'e' bisogno di sottolineare che cosi' non si affrontano i problemi del Paese ma solo quelli di pochi eletti".

Ritengo che tale affermazione sia basata su un'ignoranza di base che conferma come spesso i nostri politici parlino più per fare notizia che per idee basate su dati certi. Inoltre noto che ancora una volta il primo approccio a proposte dell'opposta fazione politica, probabilmente da entrambi gli schieramenti, sia quello di opporsi, a priori. Non è una novità che dove cambiano le giunte si proceda nell'esatta direzione opposta a quanto fatto negli anni precedenti. E così in Italia si continua a fare e disfare, o fare e non terminare.

Cosa può comportare lo sviluppo del golf in Italia sotto l'aspetto turistico?1) Destagionaizzazione2) Turismo di qualità che si ferma sul territorio e ha una capacità di spesa media maggiore alla norma3) Creazione di posti di lavoro sia in fase di progettazione che di creazione di nuovi percorsi e strutture4) Creazione di posti di lavoro per il funzionamento delle strutture

Nella conferenza stampa della Spagna, alla Bit di 3 anni fa, era stato evidenziato come una zona depressa, quale la Costa del Sol, fosse diventato uno dei più imortanti poli turistici della nazione proprio grazie alla creazione di campi da golf. Non solo posti di lavoro, bensì un'economia prospera in grado di finanziare il restauro dei monumenti di Madrid. Non nascondo che fu tale l'entusiasmo nel sentire i dati che io stesso, quando fu dato l'incarico a Michela Brambilla, scrissi una mail nella quale cosigliavo di prendere in considerazione il golf per lo sviluppo del turismo.

Quindi posso solo dire una cosa: "Ottima scelta Ministro, avanti così!"

salva e condividi

Commenta questo intervento

ATTENZIONE: la pubblicazione dei commenti è riservata ai soli utenti registrati. Per effettuare la registrazione è necessario cliccare sul pulsante "Da▼" che si trova in cima al modulo sottostante, e poi selezionare una delle opzioni di autenticazione.
I commenti inseriti saranno pubblicati direttamente su questa pagina. La redazione si riserva di cancellare tutti i messaggi ritenuti offensivi o diffamatori.