• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

header

Hudson River, lo spettacolo deve continuare?

ANCORA prima del cordoglio e dei funerali delle vittime sono riprersi i voli sull’Hudson River. La vita continua. «Non viene mai chiusa per sempre al traffico un’autostrada anche se è stata teatro di un incidente mortale», dicono gli operatori del business degli elicotteri. Le agenzie della sicurezza sono divise al loro interno fra «prudenti» e «flessibili». Potrebbe non succedere nulla anche questa volta e la tragedia dell’Hudson verrebbe archiviata alla fine dell’indagine come «errore umano».

salva e condividi

Aung San Suu Kyi come Nelson Mandela: alla fine vincerà la libertà

E’ UNA specie di Mandela della Birmania. Una "figura simbolo", potentissima e temuta anche nel silenzio di una donna fragile e fiera.

salva e condividi

La "Birreria Obama" ha tanti clienti

CON George Bush astemio il «summit della birra» non sarebbe mai stato possibile. Barack Obama invece è riuscito a trasformare quella che molti giudicano una delle rare gaffe del presidente in una «geniale opportunità», in una vera «lezione»per affrontare la strisciante crisi razziale e farsi ascoltare dal resto dell’America e del mondo. Senza contare che d’ora in avanti Bud Light, Sam Adams e Blue Moon diventeranno «birre di tendenza» e politicamente corrette.

salva e condividi

La sanità Usa, un check-up per Obama

Per Bill e Hillary Clinton è stata una sconfitta. Per Barack Obama la riforma sanitaria nazionale per dare un’assistenza medica ai 46 milioni di americani che ancora ne sono sprovvisti (senza parlare dei 12 milioni di immigrati illegali) si è trasformata in una vera resa dei conti, a soli sei mesi dall’inizio del mandato.

salva e condividi

Obama verso il "disgelo globale"

L’impressione è di essere di fronte a un «grande seduttore». Il «summit delle Americhe» di Trinidad sta producendo il disgelo Usa-Cuba mentre si accodano Venzuela e Bolivia. Le aperture di Castro e la stretta di mano con Chavez hanno trasformato Barack da grande accusato a «partner del futuro». Il nord e il sud dell’emisfero sembrano affascinati dal «tornado Obama».

 

salva e condividi

Usa-Cuba, Obama è l'uomo del disgelo

New York, 15 aprile 2009. Possono sembrare gesti piccoli e solo simbolici, dopo un embargo che dura da 47 anni, ma non è così. La fine della restrizione dei voli e delle rimesse in denaro dall’America per i cubani appare piuttosto l’inizio della grande svolta tra la Casa Bianca e i "fratelli Castro".

salva e condividi

G20, alla ricerca di un'intesa, contro il ritorno del protezionismo

Londra, 2 aprile 2009.

salva e condividi

Obama, Medvedev e la "nuova glasnost"

New York, 28 marzo 2009. Obama e Medvedev non si sono ancora incontrati e già annunciano una dichiarazione comune a Londra sulla riduzioni delle armi atomiche.E’ un gran bel segnale. Sia Washington che Mosca sembrano quasi impazienti di dimostrare che le relazioni tra i due paesi sono "straordinariamente migliorate" nelle ultime settimane.

salva e condividi

Politica estera, gli Usa adottano lo "stile Barack"

New York, 29 gennaio 2009. Può darsi che la lettera all’Iran non sia ancora pronta e non parta nemmeno.La Casa Bianca la smentisce e non toglie alcuna opzione dal tavolo, ma Teheran però fa sapere che se l’atteggiamento Usa cambierà, loro sono pronti a collaborare.

 

salva e condividi

Con Obama l'America torna a fare la Grande Storia

Credetemi, è nell’aria, si sente. Anche le analisi più sofisticate non riescono a tradurla. Si tratta di una sorta di contagiosa emozione collettiva. Un senso d’ improvviso ottimismo e speranza sempre più trasversali stanno avvolgendo Washington e il resto del Paese, abbattendo spesso le divisioni politiche. Alla gente Obama ha trasmesso anche via Internet la voglia di partecipare.

 

salva e condividi
Syndicate content