• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

header

La prima "Lucca Comics" senza Sergio Bonelli. E il testimone passa al figlio Davide

Pubblicato da Davide Papini Gio, 27/10/2011 - 23:22

«Quando arriva Sergio?». Tra gli stand degli editori e gli spazi dei collezionisti, nelle splendide stradine del centro o al Museo del Fumetto, questa domanda era di rito a ogni edizione della più grande (e più antica) rassegna italiana di fumetti. Incontrando autori o collaboratori della casa editrice Bonelli, gli appassionati di Tex, i fan di Dylan Dog, gli innamorati di Zagor o i cultori di Martin Mystère, chiedevano notizie di Sergio, oppure con più deferenza, del “signor Bonelli”, cioè di colui che, a capo della principale realtà editoriale del settore in Italia, ogni mese da anni offre divertimento, cultura, buonumore e suspense a intere generazioni di lettori. Tutti pronti a fare la fila nello stand bonelliano (dove, per tradizione, non si vende nulla, ma si offrono disegni autografati dai disegnatori più popolari), sperando di vederlo, di potergli esprimere gratitudine e ammirazione, suscitando la sua reazione di timido che bofonchiava un po’, però, amava tantissimo il contatto con il suo pubblico. E, inevitabilmente, gli incontri con Sergio Bonelli erano sempre stracolmi di gente, di passione, di amore per l’avventura ben raccontata e per i bei disegni, di fascino per i suoi racconti ironici ma anche densi di competenza e di conoscenza della letteratura disegnata e non, del cinema, della musica jazz e degli indios dell’Amazzonia.  Per i più fortunati e i più intimi, poi, c’era il rito della immancabile “cena Bonelli”, in uno dei migliori ristoranti lucchesi. “Lucca Comics” è tante cose, con un programma sempre molto ricco (appuntamento irrinunciabile per gli appassionati del settore), ma tra queste cose c’è (c’era...) anche lui, Sergio Bonelli, e non certo in un ruolo da comprimario.

Ora che comincia l’edizione 2011 di “Lucca Comics”, la grande festa del fumetto e dei giochi di ruolo, (da venerdì 29 ottobre a martedì 1° novembre) sarà difficile non farsi scappare la domanda: «Quando arriva Sergio?». Sarà strana questa prima “Lucca Comics” senza di lui: «Sergio era un fulcro di attenzione, di fascino e di affetto» ricorda Alfredo Castelli, il più grande sceneggiatore italiano, grande amico di Bonelli.

Bonelli, però, in realtà ci sarà. Con lo stand della sua casa editrice, i suoi autori, i collaboratori e, soprattutto, i tantissimi "bonelliani" che affolleranno gli incontri dedicati a lui e ai personaggi della sua lunga e irripetibile avventura editoriale. E ci sarà sempre, in futuro, con il testimone passato al figlio Davide appena diventato direttore generale per prendere il posto del padre.Come sarà questa “Lucca Comics”? Vale la pena, comunque e sempre, di andarci. Io ci sarò, ma Sergio quando arriva?

salva e condividi

Commenta questo intervento

ATTENZIONE: la pubblicazione dei commenti è riservata ai soli utenti registrati. Per effettuare la registrazione è necessario cliccare sul pulsante "Da▼" che si trova in cima al modulo sottostante, e poi selezionare una delle opzioni di autenticazione.
I commenti inseriti saranno pubblicati direttamente su questa pagina. La redazione si riserva di cancellare tutti i messaggi ritenuti offensivi o diffamatori.