• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

header

San Patrignano e la fine di un'era

Forse è finita un'era. L'era della famiglia Muccioli a San Patrignano. Quando Vincenzo Muccioli, alla fine degli anni Settanta, cominciò a radunare i primi tossicodipendenti in quel colle del Riminese, un po' tutti cominciarono a dargli del matto. O, peggio ancora, pensavano che chissà quali strane diavolerie si nascondessero dietro questo progetto.

salva e condividi

Fecondazione, testimonianze choc

Dal sito www.tempi.it riprendo un grande reportage della brava Benedetts Frigerio sulla fecondazione. Reportage che smantella anche tanti luoghi comuni. Ecco il testo del reportage.  

 

salva e condividi

L'architetto rapinatore e il senegalese poliziotto

E' successo a Lugo, nel Ravennate. Un architetto (un architetto vero, cioè con uno studio ben avviato: non un ragazzotto che ha preso la laurea e poi ha tirato a campare) è stato arrestato dopo aver compiuto una rapina con cutter e taglierino in una farmacia di Granarolo. La crisi colpisce anche in alto. E' stato fermato dopo un breve inseguimento. Sapete chi l'ha fermato? Un senegalese che era nei paraggi: si è messo a correre e l'ha bloccato. Mi sbaglio o il mondo sta davvero cominciando a girare alla rovescia?

salva e condividi

L'autovelox, la beffa e lo scandalo

Viaggiavo ai 56 chilometri all’ora (almeno così giura l’autovelox che ha fotografato la mia vettura) sulla Cervese, in direzione Cervia, superando di 6 chilometri il limite di velocità (50). C’è il limite di tolleranza (10%), sì, ma il 10% di 50 fa 5 e quindi per un niente sono rimasto fregato: se viaggiavo ai 55 km/h la passavo liscia, per quel dannato chilometro in più (56), è scattata la multa. La legge è la legge, per carità: pagherò. Lasciatemi però dire che mi sono almeno guadagnato un piccolo oscar: quello della jella.

salva e condividi

Uno schiaffo al figlio e la frustata a sangue

Iiri in Svezia un italiano è stato arrestato perchè avrebbe dato in strada uno schiaffo a suo figlio 13nne. In Svezia è vietato. Oggi da Pesaro annunciano di aver mandato in cella il padre  di una ragazza marocchina di 17 anni che stava diventando troppo occidentale e si era fidanzata con un italiano. Quest'uomo l'ha tenuta segregata in soffitta, l'ha frustata più volte a sangue col filo elettrico e la ragazza ha anche cercato il suicidio. C'è poco da aggiungere, credo.

salva e condividi

Modena, il protocollo conta più dell'uomo

Da un mio articolo commento su Il resto del Carlino di domenica 28 agosto 2011.

salva e condividi

Diario dal Meeting (9-fine): il nuovo titolo

Oggi il Meeting di Rimin i ha chiuso i battenti: ora alla Fiera stanno smotando tutto, in attesa dell'anno prossimo. Qualche settimana di riposo e poi la macchina organizzativa ripartirà. Oggi sono arrivati a Rimini il ministro Tremonti e il segretario del Pd Bersani. Tutti a chiedersi: cosa hanno detto in pubblico, cosa si sono detti in privato, cosa succederà. In realtà queste domande ce le poniamo soprattutto noi giornalisti, perchè la gente che anche oggi affollava il Meeting aveva ben altri pensieri per la testa.

salva e condividi

Diario dal Meeting (8): i teoremi e la realtà

Io credo che l'approccio giusto con la vita sia partire dalla realtà e poi farsi delle opinioni. Tradotto vuol dire: guardi, osservi, ascolti, tocchi con mano, poi giudichi. Non è facile, perchè ormai siamo un po' tutti 'impagliati', come scriveva Eliot, per non dire prevenuti.

salva e condividi

Diario dal Meeting (7). i miracoli di don Giussani

Se tutto questo gigantesco baraccone che si chiama Meeting di Rimini esiste, il merito è tutto di un sacerdote scomparso sei anni fa, don Luigi Giussani, l''inventore' di Comunione e Liberazione. Per la gente del Meeting, il Gius è già un santo, ma i tempi della Chiesa sono diversi e si aspetta ancora di aprire, nei tempi e nei modi, la causa di beatificazione. magari su richiesta della Fraternità di Cl al futuro cardinale di Milano, Angelo Scola, che è cresciuto proprio a fianco di Giussani.

salva e condividi

Diario dal Meeting (6): il decalogo del giovane John Elkann ai ragazzi di Rimini

E' il presidente della Fiat, una delle persone più importanti d'Italia. Però resta un ragazzo di 35 anni e così John Elkann, nei suoi due giorni di visita al Meeting di Rimini, ha fatto sì il manager d'impresa, ma anche il ragazzo di 35 anni. Ha incontrato un'infiinità di giovani e giovanissimi, ragazzi che stanno finendo l'università. Incontri lunghi, privati. E stamattina, sul palco, è salito al suo fianco anche uno di questi ragazzi, Willian Barcella, che gli ha fatto un po' di domande.

salva e condividi
Syndicate content