• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

header

Yara, il dolore e l'ipermercato

E' ENTRATO nella cronaca. Forse un giorno s’insinuerà anche nel peggiore dei nostri sogni. Il cantiere di Mapello. Passaggio obbligato nella storia tragica di Yara Gambirasio. Immagine dolorosa, drammatica, ineliminabile. Il cantiere non esiste più. Da ieri mattina (giorno 26, un altro 26 della storia) alla distesa lunare di terra, buche, cemento si è sostituito un centro commerciale battezzato Continente. Spalmato su un’area quasi infinita di 37mila metri quadrati, sessanta negozi, perfino un asilo nido. Immenso.

salva e condividi

Nervi tesi tra i Bonomelli

«NERVI CALMI, sogni belli». Anni ’60. Carosello si preoccupava della serenità degli italiani nel periodo esaltante ma quanto stressante del boom. Una marca di tè prometteva «la forza dei nervi distesi». Seduto a un tavolino in mezzo al traffico, l’imperturbabile Ernesto Calindri sorseggiava un amaro a base di foglie di carciofo «contro il logorio della vita moderna». Panacea efficace se il valoroso attore campò fino alla veneranda età di 90 anni. E poi l’offerta dei nervi distesi e di piacevoli sogni. Con la camomilla Bonomelli.

salva e condividi

Il nuovo diavolo fa proseliti

RICORDATE il diavolo della nostra remota infanzia?

salva e condividi

I due Della Rovere

Inevitabile il confronto fra il generale Della Rovere televisivo e il film di Rossellini interpretato da un memorabile De Sica. Un film aspro, scarno, privo di indulgenze, patetismi, buonismi. Gli autori della fiction hannno invece intinto la penna nel miele affiancando al protagonista una bambina-amazzone con candido destriero e una innamorata operatrice di una casa chiusa.

salva e condividi

Quella mattina a Linate

"C'è stato un incidente a Linate. Un aereo, gli si è staccata un'ala". Fu a prima telefonata quella mattina piena di nebbia. E fu subito una corsa folle, cercando di sfruttare la scia delle auto della polizia che si portavano in direzione dell'hub. Intanto la radio trasmetteva le prime notizie, parlava di cinque, sette, otto morti.

salva e condividi

Mantova adotta i mattoni

DOVE SONO FINITI i mattoni del Muro di Berlino?

salva e condividi

Che cerchino il colpevole

PER FAVORE, adesso non litigate. E soprattutto (e sempre per favore) trovate il colpevole. Non vogliamo pensare che sul cadavere di Yara Gambirasio s’intreccino schermaglie, conflitti di potere e di competenze, guerre sotterranee o subacquee fra investigatori, fra inquirenti, fra uffici della giustizia. C’è una bambina assassinata, aggredita, ferita, colpita, abbandonata a morire al gelo di una notte di fine novembre, fra le sterpaglie di un campo. C’è un assassino, il più brutale degli assassini, che dopo quasi un anno rimane acquattato nell’ombra. No.

salva e condividi

La principessa è senza rospo

Povere principesse. Senza più rospi a disposizione come faranno a trasformarli in principi azzurri con un solo, soavisssimo bacio?

salva e condividi

Studiare per restare giovani

COME RIMANERE giovani, invariabilmente giovani? Scartare il metodo Faust, perché il mellifluo Mefistofele presto o tardi presenta il conto. Da evitare anche il metodo Dorian Gray, il ritratto che invecchia al posto del giovane effigiato, prendendo su sé vizi, peccati, deviazioni: il risultato finale non è garantito. E allora?

salva e condividi

Ferito l'albero della piccola vedetta

«HAI BUONA vista, tu, monello». «Io? - rispose il ragazzo -. Io vedo un passerotto lontano un miglio». «Saresti buono a salire in cima a quell’albero?» «In cima a quell’albero? Io?

salva e condividi
Syndicate content