• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

header

La bara con l'antifurto

Pubblicato da Gabriele Moroni Gio, 24/11/2011 - 15:07

Di questi tempi non si può star tranquilli nemmeno da morti. E allora ecco l’antifurto a prova di ladro di bare. Frutto della creatività italica (in questo caso di matrice bergamasca) scaturita da un’azienda di Caravaggio che propone una bara ultratecnologica, in grado di rilevare in tempo reale i tentativi di trafugamento con il monitoraggio continuo delle vibrazioni e di lanciare l’allarme alle forze dell’ordine attraverso un sistema Gsm-Gps. Si chiama Mike, questo feretro del futuro, punta avanzata della tecnologia funeraria. Lo squillante bisillabo del nome altro non è che l’acronimo di Monitoring Infringement Ksolutions Equipment.

E’ impossibile non ricordare Mike Bongiorno, la cui salma è stata asportata quasi un anno fa dal cimitero di Dagnente. Forse l’idea ispiratrice della bara a prova di furto nasce da questa tetra e tuttora irrisolta vicenda di cronaca. D’accordo la libera circolazione delle idee. D’accordo la libertà di acronimo. Ma questa avveniristica creazione deve per forza evocare il grande e due volte scomparso Bongiorno? In attesa che i ladri di Dagnente finiscano sotto blindatura o si ravvedano e riconsegnino quanto crudelmente tolto, diamo al prodotto un altro nome. Chiamiamolo familiarmente Dino (Dormo io non odo) a garanzia che sia preservato da ogni rumore. Oppure Dante (Dormo anche nelle tenebre eterne), senza offesa all’Alighieri, grande intenditore di oltretomba. E cosa dite di un gentilmente femminile Imma (Insonne mai meglio addormentarsi)? E buon riposo.

salva e condividi

Commenta questo intervento

ATTENZIONE: la pubblicazione dei commenti è riservata ai soli utenti registrati. Per effettuare la registrazione è necessario cliccare sul pulsante "Da▼" che si trova in cima al modulo sottostante, e poi selezionare una delle opzioni di autenticazione.
I commenti inseriti saranno pubblicati direttamente su questa pagina. La redazione si riserva di cancellare tutti i messaggi ritenuti offensivi o diffamatori.