• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

header

San Raffaele, perché tanta fretta?

NOTO una certa fretta da parte della procura di Milano nel liquidare il San Raffaele e mi chiedo da dove nasca questa voglia di far presto. Mi chiedo per quale motivo la procura dica che il tempo è scaduto e bisogna avviare le procedure di fallimento. Un amico che ci lavora mi ha detto che così i magistrati potranno indagare. È vero? Caio, ilgiorno.it

salva e condividi

Il partito dei cattolici

QUESTI non sono gli ultimi giorni di Pompei, anche se sembrano. E non siamo alla diserzione di massa tra le file del Cavaliere, che per altro non è stato disarcionato. Anche se fa fatica a rimanere in sella. Né siamo alla comica de: e l’ultimo spenga la luce. Come dimostra l’assemblea degli iscritti lombardi del Pdl dove perfino le acque chete hanno sfoderato inattesi furori da combattenti coraggiosi che vogliono la guerra ai disonesti e chiedono comitati di salute pubblica per ripulire il partito.

salva e condividi

Quando lo Stato si fa padre

Caro direttore, mi meraviglia sia rimasto deluso dalla freddezza alla sua petizione sul caso del bimbo tolto dai genitori anziani. La maggior parte delle persone inorridisce all’idea che ci sia tanto egoismo da parte di genitori per forza e artificialmente. Si rende conto cosa sia per un figlio quindicenne avere una mamma di 75/80 anni? Vanna, ilgiorno.it

salva e condividi

Il gelo sul figlio strappato

Se il figlio dei cosiddetti genitori-nonni fosse nato in modo naturale forse non sarebbe stato loro tolto. Il giudice ha voluto mettere forse un freno al “figlio a tutti i costi” e porre un limite alla scienza della procreazione che presto potrebbe diventare completamente artificiale. Se dovessi dire se approvo o no, confesso la mia perplessità. Batman, ilgiorno.it

salva e condividi

Sempre bene diffidare dei duri e puri

Anche Bagnasco dice che c’è una questione morale in Italia e che c’è bisogno di aria pulita, perché l’immoralità che dilaga non solo è la causa di comportamenti illegittimi ma ha costi sociali incalcolabili ma certi. Nonostante ciò ritengo che l’Italia viva ancora in uno stato non adeguato all’allarme che la situazione dovrebbe suscitare. Fabio, ilgiorno.it

salva e condividi

Esistono solo mamme non mamme nonne

HO aderito anch’io alla vostra petizione per restituire la bambina ai genitori di Mirabello Monferrato. Apprezzo lo sforzo che Il Giorno sta facendo per aiutare questa famiglia ma mi lamento che vengano chiamati genitori-nonni assecondando una parvenza di giustificazione all’atto deciso dal tribunale dei minori. carla, ilgiorno.it

salva e condividi

Come ai tempi di Stalin

Ho letto con sdegno la storia della bambina tolta ai genitori perché anziani. Una motivazione disgustosa, che tenta di dare un senso ad un arbitrio inaccettabile e incivile, di fronte al quale sento il dovere di ribellarmi. Perciò ho aderito alla petizione de Il Giorno.it perché la bimba venga subito restituita alla sua legittima famiglia. camy,ilgiorno.it

salva e condividi

"L’Italia balla come il Titanic sul precipizio"

SONO disgustato dalla povertà del linguaggio di tanti politici, che è povertà di contenuti ma anche di immagini e di metafore, il che rivela la loro mediocrità culturale e anche dell’impegno che riservano alla loro attività. Mi rendo conto che sto sbagliando generalizzando, ma non ne posso più di sentire certe scempiaggini. red, ilgiorno.it

salva e condividi

Emma ed Anna

CHE L’ITALIA soffra di un problema di immagine, come dice Emma Marcegaglia, lo si capisce ascoltando una donna, che di politica non capisce ma il mondo lo gira e lo conosce e riporta umori, che coglie qua e là. Anna Wintour, sì, parliamo del Diavolo veste Prada, insomma della direttrice di Vogue America, che non ha mai avuto gran simpatia per l’Italia, tant’è che quando viene a Milano per le sfilate sembra ci offra il raro privilegio di godere della sua presenza, lei insomma non capisce perché ancora non l’abbiamo cacciato.

salva e condividi

L'italietta serva che spia dal buco della serratura

Con tutti i problemi che abbiamo, come si può pensare che costituisca un problema sapere se un parlamentare è etero o omosessuale? Come in tutte le situazioni la colpa è sempre del manico e per tale non intendo indicare il governo ma anche il governo ovvero abbiamo una classe dirigente nella sua globalità che non vale nulla. ego, ilgiorno.it

salva e condividi
Syndicate content