• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

header

La novità della ministra che piange

Pubblicato da Giovanni Morandi Mar, 06/12/2011 - 08:34

Mi intendo poco di politica ma per capire di che tipo sia la manovra del governo Monti mi sono bastate le lacrime della ministra che parlava dei tagli alle pensioni. Io sono vecchia, non anziana, che è una parola che detesto, ma non mi era mai capiatto di vedere un ministro piangere nel pensare alle leggi che aveva preparato. laura, ilgiorno.it

NON DEL TUTTO partecipe, mi è parso, della commozione che aveva generato quelle lacrime il preside del consiglio dei ministri (così lo chiamano alcuni) professor Mario Monti aveva algidamente descritto le lacrime come l’espressione plastica del valore semantico che comunemente si attribuisce alla parola sacrifici e forse la sua parziale condivisione al sentimento della professoressa era indotta dalla preoccupazione che all’indomani i giornali potessero prendere spunto da tale commozione per definire la manovra un provvedimento da lacrime e sangue. In realtà non avevamo mai avuto ministri che piangevano ma solo ministri che per la loro imperizia facevano piangere.  O facevano ridere.

salva e condividi

Commenta questo intervento

ATTENZIONE: la pubblicazione dei commenti è riservata ai soli utenti registrati. Per effettuare la registrazione è necessario cliccare sul pulsante "Da▼" che si trova in cima al modulo sottostante, e poi selezionare una delle opzioni di autenticazione.
I commenti inseriti saranno pubblicati direttamente su questa pagina. La redazione si riserva di cancellare tutti i messaggi ritenuti offensivi o diffamatori.