• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

header

La casta ai tempi dell'Urss

Pubblicato da Giovanni Morandi Mer, 30/11/2011 - 08:27

NON siamo affatto sulla buona strada e chi si fosse illuso ha materia per ricredersi. Penso ci sia poca speranza che la casta abbia la capacità di correggersi. Certo che siamo depressi, come ha scritto lei, direttore, e come dovremmo essere se ancora una volta siamo a constatare che i sacrifici dobbiamo farli solo noi e non la casta? Cesare, ilgiorno.it

CAPISCO bene perché mi parla di depressione e mi rendo ben conto che c’è poco da ridere anche di fronte a quelle proposte che pure sono state annunciate con un’enfasi esagerata come la fine dei vitalizi ovvero l’odiosa diversità di trattamento tra le regole che riguardano le pensioni dei normali cittadini e quelle dei parlamentari. Mi vengono in mente i negozi per cittadini comuni e quelli riservati alla nomenclatura del Pcus che c’erano ai tempi dell’Urss o la città normale e la città segreta e invalicabile che c’era a Tirana riservata ai membri del partito. Le nostre disparità non sono diverse, almeno nella mentalità che le ispira. I cittadini devono pagare subito i sacrifici, mentre l’abolizione dei generosi vitalizi ai parlamentari entra in vigore nel 2018, ovvero tra quasi dieci anni. Una vergogna.

salva e condividi

Commenta questo intervento

ATTENZIONE: la pubblicazione dei commenti è riservata ai soli utenti registrati. Per effettuare la registrazione è necessario cliccare sul pulsante "Da▼" che si trova in cima al modulo sottostante, e poi selezionare una delle opzioni di autenticazione.
I commenti inseriti saranno pubblicati direttamente su questa pagina. La redazione si riserva di cancellare tutti i messaggi ritenuti offensivi o diffamatori.