• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

header

Il ritorno della parola scritta

Pubblicato da Giovanni Morandi Ven, 02/12/2011 - 08:39

Non saprei come giudicare, perciò le scrivo per avere il suo parere, questa moda di comprare paginate di giornali per fare appelli o al Governo o al Presidente della Repubblica o agli italiani indicando varie soluzioni per superare la crisi. Da un lato mi sembra una buona cosa, dall’altro vi intravedo una forma di mero egocentrismo. Anna, ilgiorno.it

GLI APPELLI dalle pagine dei quotidiani sono espressioni di una passione civile nata dal rifiuto del decadimento in cui siamo precipitati. Qualcosa di epocale è in corso ma non sappiamo dove stiamo andando. Il ricorso alla scrittura per esprimere suggerimenti e indicare soluzioni che hanno come finalità o il bene di categorie o quello di tutti non può essere che salutato come un buon segno. È la riscoperta della parola scritta sull’immagine, che da sola non è capace di rappresentare in modo adeguato. In tempi di complessa elaborazione intellettuale, economica ma anche filosofica, la parola scritta è tornata a diventare lo strumento, che nasce dal pensiero meditato e si offre come pensiero su cui meditare. Paiono lontani i tempi delle effimere urla improvvisate.

salva e condividi

Commenta questo intervento

ATTENZIONE: la pubblicazione dei commenti è riservata ai soli utenti registrati. Per effettuare la registrazione è necessario cliccare sul pulsante "Da▼" che si trova in cima al modulo sottostante, e poi selezionare una delle opzioni di autenticazione.
I commenti inseriti saranno pubblicati direttamente su questa pagina. La redazione si riserva di cancellare tutti i messaggi ritenuti offensivi o diffamatori.