• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

header

Capolinea Berlusconi: visto da Maurizio Belpietro

Tratto da libero-news.it

di Maurizio Belpietro

 

Ieri sui giornali era un fiorire di epitaffi. Pur non essendo listata a lutto bensì bardata a festa, gran parte dei cosiddetti organi d’informazione indipendente, con lunghi necrologi, partecipava la notizia della dipartita  di Silvio Berlusconi.

salva e condividi

Capolinea Berlusconi: visto da Marcello Veneziani

Tratto da ilgiornale.it

di Marcello Veneziani 

Son contento che Berlusconi si sia dimesso. Son contento per lui, innanzitutto, che esce da questo circo infame di cui è stato impresario, vittima e ostaggio. Son contento per Fini che ora, se ha la buona memoria tipica dei vendicativi, dovrebbe dimettersi a ruota, come promise.

salva e condividi

Capolinea Berlusconi: visto da Filippo Facci

Filippo Facci per "Libero"

salva e condividi

Capolinea Berlusconi: visto da Marco Travaglio

E’ stato bello

di Marco Travaglio

salva e condividi

Capolinea Berlusconi: visto da Maurizio Crozza

salva e condividi

Nascosto nel bunker Berlusconi non aveva capito quale Italia l'aspettasse fuori

di Xavier Jacobelli

salva e condividi

Quel Balotelli che bacia la maglia della bell'Italia di Prandelli

di Xavier Jacobelli

salva e condividi

L'Effetto Monti schiaccia i morti che camminano attorno a Berlusconi

di Xavier Jacobelli

C'è una distanza siderale fra i primi passi di Mario Monti, senatore a vita che si prepara a ricevere l'incarico di formare il nuovo esecutivo e gli ultimi rantoli del Governo Berlusconi, incapace di andarsene almeno con dignità.

salva e condividi

Travaglio: "La Juve prese Moggi sapendo chi era. Agnelli ha quel che si merita"

Tratto da Il Fatto Quotidiano

di Marco Travaglio 

salva e condividi

L'altro verdetto di Napoli per i tifosi Juve: o con Moggi o con la società

di Xavier Jacobelli

C'è un verdetto non scritto dal Tribunale di Napoli che in queste ore spacca la tifoseria bianconera, chiamata a stare o con il condannato a 5 anni e 4 mesi Luciano Moggi o con la società di Andrea Agnelli la quale, tre minuti dpo il verdetto, si è pubblicamente dissociata dall'uomo che per 12 anni ne era stato il potente e riverito direttore generale, colmandola di trionfi e di utili di bilancio.

salva e condividi
Syndicate content