• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

header

Avetrana, giustizia per Sarah e rispetto per la sua memoria

Pubblicato da Mister X Lun, 21/11/2011 - 14:48

di Xavier Jacobelli

Sommessa preghiera ai giudici che, dal 10 gennaio 2012,  saranno chiamati a processare i nove imputati chiamati a comparire davanti alla Corte d'assise di Taranto al processo per l'omicidio di Sarah Scazzi. Per favore, fate presto. Fate giustizia nel nome di Sarah e garantite alla sua memoria il rispetto che merita e che sinora non ha avuto. Anche per colpa del circo televisivo che, stamane, ha dato un'altra e peggiore prova di sè.

Un pugno nello stomaco, uno spettacolo inaccettabile: ecco che cos'è stato seguire Michele Misseri circondato dai microfoni, mentre rispondeva alle domande sull'omicidio di Sarah come se si dissertasse dello spread che va su e giù o del nuovo tracollo in Borsa.

Ognuno si regola come meglio crede e si comporta come ritiene più opportuno. Ma c'è modo e modo e, soprattutto, è intollerabile la banalizzazione estrema di un delitto che è costato la vita a una ragazza di 15 anni, barbarmente assassinata. 

 "Me l'aspettavo", ha detto Misseri, a proposito della decisione del giudice delle udienze preliminari della costa ionica Pompeo Carriere, di rinviare a giudizio la figlia Sabrina, la moglie Cosima Serrano, lui stesso e altri sei imputati  In aula erano presenti, oltre a Michele e alle due donne, queste ultime accusate di concorso in omicidio, sequestro di persona e soppressione di cadavere, anche il fratello Carmine Misseri e il nipote Cosimo Cosma. Michele e questi ultimi due sono accusati di concorso in soppressione di cadavere.

"Sono colpevole, lo diro' fino alla fine: questa e' la verita. Non e' vero che faccio sempre e solo dichiarazioni spontanee perche' ho chiesto sempre di essere interrogato, ma non mi e' stato mai concesso. Le prove non ci sono ne' su mia figlia ne' su mia moglie: l'unica prova che avevo era quella del compressore. Del compressore si sapeva fin dal mese di novembre quando io avevo detto di fare la richiesta di sequestro. Lo hanno preso ad aprile-maggio. Le prove, se c'erano, sono state tutte cancellate".

Noi vorremmo fosse cancellato questo reality insopportabile. Dopo che i colpevoli, chiunque essi siano e sarà il tribunale a stabilirlo, avranno pagato per ciò che hanno fatto a Sarah. Avere finalmente giustizia è l'unica speranza che aiuti a vivere i suoi familiari. 

salva e condividi

Commenta questo intervento

ATTENZIONE: la pubblicazione dei commenti è riservata ai soli utenti registrati. Per effettuare la registrazione è necessario cliccare sul pulsante "Da▼" che si trova in cima al modulo sottostante, e poi selezionare una delle opzioni di autenticazione.
I commenti inseriti saranno pubblicati direttamente su questa pagina. La redazione si riserva di cancellare tutti i messaggi ritenuti offensivi o diffamatori.