• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

header

Gibelli: Formigoni difenda il Nord con noi

Pubblicato da Rossella Minotti Sab, 03/12/2011 - 18:00

  PROVE TECNICHE di Padania lunedì in via Bellerio. Proprio mentre da Como l’ex ministro dell’interno Roberto Maroni assicura che l’obiettivo della Lega è «una Padania indipendente nell’Europa delle Regioni», nella roccaforte del Carroccio entra, fatto storico eccezionale, un esponente del Pdl. E si tratta di un grosso esponente, il governatore della Lombardia Roberto Formigoni. A organizzare l’incontro l’ex ministro Roberto Calderoli, insieme al vicegovernatore leghista Andrea Gibelli.Gibelli, quindi alleanza Pdl-Lega più salda che mai in regione.«Le alleanze che ci sono restano. Per le prossime amministrative si valuterà caso per caso a seconda di quello che accade a Roma. Noi governiamo questa regione insieme da 11 anni nella massima lealtà e trasparenza».Cosa accadrà a Roma?«Vedremo che atteggiamento avrà il Pdl nei confronti dell’agenda tecnica delle prossime settimane, quanto quello che il Pdl ha detto negli ultimi tre anni corrisponde alle proposte di Monti».Lunedì in via Bellerio ci sarà anche Bossi?«Come sempre, e anche Maroni. Ma il confronto sarà con me, Calderoli, e i tre governatori Roberto Formigoni, Luca Zaia e Roberto Cota».Prove tecniche di Padania?«Un confronto tra regioni guidate dal centrodestra, regioni virtuose, e un governo che preannuncia per il Nord azioni di macelleria sociale. Valuteremo quanto il nostro tessuto sociale ed economico possa farsi interprete di una resistenza che viene avanzata da più parti».In Veneto si è parlato di un fondo di garanzia che possa gestire le tasse a livello territoriale, una sorta di rivolta fiscale.«Non è all’ordine del giorno. Certo siamo passati da un Monti salvatore della patria a un premier odiato da 3 italiani su 4».Formigoni però non sembra ostile al governo Monti.«Il presidente, che si è sempre relazionato in maniera leale con ogni governo, ha detto che valuterà caso per caso le iniziative prese a Roma. A noi interessa creare un nuovo rapporto fra i tre governatori di Lombardia, Veneto e Piemonte per capire insieme quale tipo di proposta fare quando Monti comincerà il suo attacco al Nord. L’ho già detto davanti a Formigoni: che Monti si tolga dalla testa l’idea di toglierci soldi».   -->- -->

salva e condividi

Commenta questo intervento

ATTENZIONE: la pubblicazione dei commenti è riservata ai soli utenti registrati. Per effettuare la registrazione è necessario cliccare sul pulsante "Da▼" che si trova in cima al modulo sottostante, e poi selezionare una delle opzioni di autenticazione.
I commenti inseriti saranno pubblicati direttamente su questa pagina. La redazione si riserva di cancellare tutti i messaggi ritenuti offensivi o diffamatori.