• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

header

Dell'Utri: della mafia non m'importa. E salta la conferenza stampa

Pubblicato da Rossella Minotti Sab, 03/12/2011 - 18:16

BASTA BASTA con queste infiltrazioni mafiose di cui non mi frega assolutamente niente...». Il senatore Marcello Dell’Utri, condannato in primo e secondo grado per concorso in associazione mafiosa, doveva ben immaginare che il giorno dopo lo scandalo che ha visto l’arresto di Franco Nicoli Cristiani e di altri funzionari per supposte tangenti, la domanda impertinente dei cronisti sulla sua opinione sarebbe scattata. E invece Dell’Utri, che aveva convocato la conferenza stampa per parlare della settima edizione del Salone del libro usato, si altera talmente che la conferenza stampa praticamente non c’è più.Liquidati in poche battute. «È il più grande salone del libro usato d’Italia, ma ci saranno anche tanti librai dall’estero: francesi, tedeschi...».QUALI EDIZIONI rare ci saranno? «Non lo so e non si può sapere». Fa i capricci l’organizzatore Dell’Utri: «Decideranno i librai. Comunque il salone dura tre giorni, abbiamo raddoppiato lo spazio ed è una cosa enorme, con 550 espositori». Che pubblico ci sarà? «Non lo so, quello che verrà». Chissà perché avrà convocato la conferenza stampa... L’interesse del presidente della Fondazione Biblioteca di via Senato scema definitivamente quando i suoi collaboratori gli dicono che non è previsto rinfresco: «D’altronde siamo in un momento di crisi» commenta laconico. Poi se ne va senza salutare, inseguito invano dai flash e dalle telecamere. Dai comunicati apprendiamo che anche quest’anno il salone coinvolge anche gli editori, invitati a mettere in mostra i propri tesori da collezione o i testi fuori commercio. Grandi protagonisti i libri economici: il Libraccio di viale Romolo, a Milano, presenterà una prima edizione del «Dottor Zivago», la prima edizione americana autografata da Andy Warhol di «A», mentre quello di Monza porterà in fiera la prima edizione del 1936 di «Black Spring» di Henry Miller. Tra i pezzi più pregiati del salone, l’originale in francese di «Scandale aux abysses» di Louis-Ferdinand Celine stampato nel 1950 presso le «Imprimeries de Chambery»: la copia, esposta da «Acefalorarilibri», fa parte dei 20 esemplari fuori commercio riservati all’autore e ai suoi amici e riporta la dedica autografa al pittore Pierre-Marie Renet. Ci saranno poi le foto originali di Gabriele D’Annunzio del settembre del 1937, esposte da «LaBacheca libreria online» di Montegrimano e la raccolta di autografi della libreria «Scarpignato» di Roma. Non mancheranno le edizioni stampate a torchio con incisioni originali e testi composti a mano de Il Buontempo, i testi antichi del 1500 e del 1800 di «Meraviglia Libri». Il Salone del libro usato vive tutto l’anno, grazie al sito web www.salonelibrousatomilano.com, che si propone come catalizzatore e luogo di scambi tra organizzatori, espositori e appassionati di libri.   -->- -->

salva e condividi

Commenta questo intervento

ATTENZIONE: la pubblicazione dei commenti è riservata ai soli utenti registrati. Per effettuare la registrazione è necessario cliccare sul pulsante "Da▼" che si trova in cima al modulo sottostante, e poi selezionare una delle opzioni di autenticazione.
I commenti inseriti saranno pubblicati direttamente su questa pagina. La redazione si riserva di cancellare tutti i messaggi ritenuti offensivi o diffamatori.