• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

Santo e Profano Natale. Infarto Miocardico cosiddetto "improvviso e imprevisto". Ed altro!

Pubblicato da Sergio Stagnaro Lun, 05/12/2011 - 17:00

Notoriamente, in Italia il Reale Rischio Congenito di CAD è censurato con il contributo delle competenti Autorità, dei Cardiologi, dei Medici e dei mass-media , con l'eccezione di pochi siti LIBERI e di Raiblogvaticano, come più volte ho riferito nel blog.

 

Una risposta per “Un Natale senza radici” LINK

  1. Sergio Stagnaro scrive: Dicembre 5th, 2011 alle 14:39

Caro Antonello Cannarozzo,quanta saggezza nelle parole del suo amico, vecchio sacerdote! Vorrei abbracciarlo forte, forte, perché è scientificamente documentato (lo posso affermare senza confutazioni da parte di chicchessia) che questo gesto, fatto sinceramente, onestamente, fraternamente, arricchisce entrambi i soggetti di neurotrasmettitori, specialmente, ma non soltanto, a livello dei centri nervosi dell’umore.Che senso ha oggi festeggiare il Natale se la quasi totalità degli individui, quando muore uno per infarto miocardico “improvviso e imprevedibile” (aggettivi falsi: l’IMA è sempre previsto, ovviamente dal medico che conosce la Semeiotica Biofisica Quantistica!) non recitano spontaneamente un Requiem aeternam a Dio, ma piangono, si disperano, se giornalisti, scrivono articoli strappa-lacrime e, ridicolo secondo me, applaudono ai funerali.Il Natale Festa della Pace?Ma di quale pace parlano? Certamente di quella dei sensi. La vera Pace, “che il mondo irride ma che donare non può”, è di Colui che, considerato una ipotesi inutile, è stato prima trascinato nel mondo e poi estromesso, dopo averlo fatto soffrire e morire sulla Croce, inutilmente. Sì, inutilmente: “Lo spirito del maligno è penetrato attraverso una fessura nel Tempio del Signore”, diceva Paolo VI e, secondo me, c’è tuttora.Buon Natale.


Commenta questo intervento

ATTENZIONE: la pubblicazione dei commenti è riservata ai soli utenti registrati. Per effettuare la registrazione è necessario cliccare sul pulsante "Da▼" che si trova in cima al modulo sottostante, e poi selezionare una delle opzioni di autenticazione.
I commenti inseriti saranno pubblicati direttamente su questa pagina. La redazione si riserva di cancellare tutti i messaggi ritenuti offensivi o diffamatori.