• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

header

Storia di un prefetto fascista

In questi giorni, i giornali hanno ricordato l'ottavo anniversario della scomparsa di Indro Montanelli e il "Corriere della Sera" si è soffermato su una lettera inedita di Cilindro a proposito delle nomine Rai di allora (corsi e ricorsi storici....): per una questione di correttezza deontologica il grande direttore preferì non sponsorizzare un suo amico, Italo De Feo, ai vertici di viale Mazzini. Con quello che è successo alla Rai in queste mesi, l'atteggiamento di Montanelli dovrebbe farci riflettere, ma non è di questo che voglio parlare.

salva e condividi

Casa, dolce casa

Nella scorsa primavera la sinistra insorse al grido di "no alla cementificazione selvaggia!". Il motivo della ribellione era proprio quel piano-casa che il governo Berlusconi aveva elaborato considerando l'edilizia come il primo volano di quella benedetta ripresa economica che tutto il mondo attende con impazienza. Il premier si gettò a capofitto sul progetto: perché non consentiamo ai proprietari di villette, soprattutto nelle periferie delle città, di aumentare di un 20-25% il volume delle proprie abitazioni?

salva e condividi

Aria di complotti

E se il complotto che non solo il premier Berlusconi sospetta contro di lui, avesse un sapore internazionale?

salva e condividi

La svolta della via Emilia

Lungo la via Emilia, da Piacenza a Rimini, si è consumato un clamoroso strappo: per la prima volta, da oltre sessant'anni, alcune roccheforti rosse hanno cominciato a vacillare dopo il voto del 6 e 7 giugno. Se in Toscana, Marche e Umbria, la caduta di vecchie incrostazioni, legate a un consociativismo spinto all'eccesso e  a un potere economico imperniato sul mondo della cooperazione, era nell'aria, in Emilia-Romagna lo sgretolamento di alcune cittadelle da sempre in mano alle sinistre, è stato superiore alle previsioni.

salva e condividi

Aboliamo le province

Ho molto apprezzato il "Quotidiano Nazionale" di oggi che, più di ogni altro giornale, ha dato ampio spazio  alla notizia che il premier Berlusconi ha rilanciato la sua crociata per l'abolizione delle Province. Da mesi, ormai, mi sto battendo alla Camera perché la classe politica italiana dia un segnale di grandissima svolta come, appunto, l'abolizione delle Province.

salva e condividi

Montalcini-Montanelli, vite parallele

E' stato un grande giorno, il 22 aprile 2009, all'indomani del Natale di Roma. Contemporaneamente c'è stato il compleanno del premio Nobel, Rita Levi Montalcini, cento candeline (un festeggiamento che qualcuno, commettendo una gaffe, ha chiamato commemorazione) , e c'è stato pure il ricordo (questa sì, una vera commemorazione) di Indro Montanelli, il più grande testimone del Novecento, che era nato anche lui in quel lontano 22 aprile del 1909.

salva e condividi

Idea per l'Abruzzo

In questi giorni si moltiplicano le idee per trovare finaziamenti destinati ai terremotati dell'Aquila. Chi propone di devolvere il 5 per mille, chi sollecita il varo di una "una tantum", chi chiede di prorogare la costruzione del ponte sullo Stretto di Messina per dirottare quei soldi verso il Centro dell'Italia. Qualunque sarà la strada scelta, è certo che ci vorrà un mare di soldi: il ministro dell'Interno Maroni ha parlato di qualcosa come 12 miliardi di euro. Un fiume di denaro che dovrà ricevere acque da mille affluenti.

salva e condividi

I NUOVI FARAONI

In questi giorni, e scusate se mi faccio un po' di autopubblicità, è uscito un libro, "I Faraoni" (Piemme Editore), che ho scritto con Aldo Forbice, il fortunato conduttore della rubrica radiofonica "Zapping", nonché commentatore del QN. Molti mi hanno chiesto come mai uno come il sottoscritto, che oggi fa parte della Casta, abbia deciso, in qualche modo, di farsi autogol cercando di scoprire i nuovi sprechi che stanno affondando il Paese con un debito pubblico che, in ordine di grandezza, è il terzo al mondo.

salva e condividi

Donne & Pensioni

Anche se il ministro del Welfare, Sacconi, prende giustamente tempo, l'Unione Europea pressa l'Italia perché, sia pure gradualmente, si allinei con gli altri partner allungando a 65 anni l'età pensionabile alle donne. Cercheremo di resistere finché potremo, ma la strada appare obbligata: prima o poi, dovremo adeguarci alle richieste della Ue.

salva e condividi

Ricordiamoci di Guareschi

L'emendamento passato in Commissione alla Camera che prevede l'arresto fino a tre anni per i giornalisti che pubblicano intercettazioni telefoniche "non autorizzate"  mi sembra sinceramente un eccesso. Dico questo, non per spirito corporativo (il giornalista che difende la categoria), ma solo per una serena valutazione dei fatti. Mi spiego meglio. Da tempo mi sto battendo (e l'ho scritto anche sul giornale) perché ci sia una seria regolamentazione in tema di pubblicazione delle intercettazioni.

salva e condividi
Syndicate content