• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

header

Ma che belle missioni

In questi giorni i quotidiani emiliani dedicano titoli cubitali alla vicenda giudiziaria che coinvolge il sindaco di Bologna, Flavio Delbono, che, come vicepresidente della Regione, avrebbe compiuto numerosi viaggi all'estero in compagnia dell'ex segretaria e fidanzata. Come possibile sfidante di Vasco Errani alle prossime elezioni regionali, non intendo entrare nel merito della vicenda: sarà il giudice accertare se ci siano state responsabilità specifiche di Delbono che era, allora, il "numero due" di Errani.

salva e condividi

Qui ci vuole un doppio Valium...

Altro che Valium: qui ci vogliono dosi massicce di tutta la gamma di tranquillanti. Mi riferisco ai bollenti spiriti di Gianfranco Fini e di Vittorio Ferltri che continuano a beccarsi, sia pure adesso scherzosamente.

salva e condividi

Mass media: ora le critiche del Papa

 Quando il premier Berlusconi -e, negli  ultimi tempi, è capitato spesso, troppo spesso - ha criticato certi giornali perché continuavano a spargere veleni e fango tanto da ammorbare in modo pestilenziale il clima politico del Pase, molti mass media sono insorti chiedendosi da che pulpito venisse la predica: il capo del governo - abbiamo letto tante volte - reagisce in modo così brusco solo perché è stato colpito nel vivo.

salva e condividi

E' l'ora delle divisioni, anche a sinistra

A leggere i giornali, sembra quasi che solo il centrodestra abbia, in questo momento, gravi problemi interni con lo scontro in atto tra Berlusconi e Fini, i due cofandatori del Pdl. Come la mettiamo, allora, con la sinistra che non riesce  neppure a trovare qualche intesa per sfilare compatta alla manifestazione di domani  contro il governo?

salva e condividi

Rovesciamento di campo.

E Silvio uscì dall'angolo. Nel giro di tre giorni abbiamo assistito a un vero rovesciamento di campo che dà un po' di ossigeno al governo da troppe settimane stretto d'assedio.

salva e condividi

I giorni delle colombe

E vennero i giorni delle colombe. Dopo i venti di guerra che hanno agitato i vertici del Pdl, le tante tensioni sul nodo giustizia e il tiro incrociato che ha rischiato di impallinare la maggioranza intera, è passata la linea del disgelo grazie alla parola chiarificatrice del premier Berlusconi che ha escluso qualsiasi eventualità di ricorrere alle elezioni anticipate. Per il sottoscritto, e per molti colleghi deputati, è stato un bel sollievo. Ecco, direte voi, i soliti parlamentari attaccati al proprio cadreghino e al mantenimento del vitalizio.

salva e condividi

Tasse, primo segnale

Il miglior commento è di Giacomo Vaciago, un economista considerato di area di sinistra ma pur sempre molto obiettivo: <Il taglio dell'acconto Irpef di novembre al 79% è un prestito a costo zero che il governo fa agli italiani a corto di soldi>. Insomma, è una specie di mutuo, anche se solo di sei mesi, che l'esecutivo ha concesso alle famiglie e alle piccole imprese in un momento di gravissima difficoltà economica.

salva e condividi

Onorevoli fannulloni?

In questi giorni sui giornali ho letto i soliti titoli sui deputati fannulloni, scansafatiche e cassintegrati. Questa volta non ci sto, non mi va di essere preso in giro. Cerco di spiegarmi: ho sempre lavorato tutta la vita  come giornalista, ho cercato di fare al meglio il mio mestiere e per tanti anni non ci sono state per me domeniche o feste comandate che potessero tenere perché il diritto di cronaca veniva prima di tutto, anche della famiglia.

salva e condividi

Scudo fiscale e sinistra

Che strana sinistra, la sinistra... A vedere l'ultima puntata di "Annozero", Travaglio e Marino sembravano dire tutto il contrario di quello che chiedevano i tanti cassintegrati intervistati: un posto di lavoro il più possibile fisso, sicurezza e tranquillità. Cosa che cercava di assicurare, compatibilmente con la congiuntura ancora avversa e le scarse risorse pubbliche, il vicepresidente della Camera, Maurizio Lupi. Cosa affermavano Travaglio e Marino?

salva e condividi

La guerra dei giornali

E poi dicono che in Italia non ci sia libertà di stampa...Siamo arrivati al punto che il partito "Repubblica", guidato da Carlo De Benedetti, che schiera il direttore Mauro e Scalfari come centravanti di sfondamento, proprio quella "Repubblica" che ha indetto la manifestazione a difesa dell'informazione, ha lanciato un pesantissimo attacco contro quei giornali che non si allineano alla crociata anti-governo e che non si mettono, quindi, l'elmetto.

salva e condividi
Syndicate content