• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

header

Il bisogno d'unità per restituire senso alla fiducia

Fiducia. Mai come in questo momento si avverte la centralità, direi esistenziale, di questa parola. Di fiducia è la crisi dei mercati finanziari internazionali che, in assenza e comunque sempre tardiva azione coordinata e globale della sovranità politica ostaggio degli egoismi domestici, rischiano di finire facile e ghiotta preda degli sciacalli della speculazione. Con conseguenze catastrofiche sulle sorti di intere nazioni.

salva e condividi

Rossi e la zeppa Idv che evoca il craxismo

Firenze, 25 aprile 2010 - Mentre Umbria e Liguria sono ancora alle prese con le ultime oscillazioni del bilancino — alimentate, soprattutto a Perugia, dai tesi rapporti con Rifondazione comunista — per trovare la quadra finale della spartizione delle poltrone nelle nuove giunte regionali, la Toscana ha già chiuso il conto con il pallottoliere e il governo è ufficialmente formato. 

salva e condividi

Le case del popolo e il popolo in cerca di una casa sicura

I dati record dell’astensionismo, la crescita esponenziale dei partiti «anti-partiti», Lega Nord da una parte e Italia dei Valori dall’altra che — per quanto sbrigativamente liquidabili come populisti — hanno indiscutibilmente incassato il premio più alto dagli elettori, sono lì, sotto il naso di chi ha vinto e di chi ha perso le ultime elezioni regionali.

salva e condividi

"Quel talento severo e appassionato"

DOMENICA 4 aprile E' SCOMPARSO a 64 anni  RICCARDO BERTI:  inviato speciale, caporedattore e vicedirettore, tra l'altro, dell'agenzia giornalistica ''Polipress'' e del ''Tempo''. Ha diretto tre quotidiani: ''Il Piccolo'' di Trieste, ''La Nazione'' di Firenze e ''Il Giornale della Toscana'', di cui è stato anche il fondatore. Condirettore del Gr3 e di Gr Parlamento, prima di questo incarico era stato direttore dei Canali Radio di Pubblica Utilità.

salva e condividi

Convinti, incerti o disgustati comunque votiamo

Firenze, 27 marzo 2010 - Non c’è luogo della nostra quotidianità, dal bar della colazione del mattino al taxi, dalla tabaccheria alla trattoria della pausa-pranzo, dal pianerottolo dei sempre più rari vicini che hanno ancora voglia di scambiare una parola con il prossimo alla guardia giurata che vigila sugli ingressi al lavoro, non c’è alcuno di questi luoghi in cui non si respiri il crescente disgusto popolare nei confronti del pessimo spettacolo politico nazionale reso particolarmente acuto dalla campagna elettorale appena conclus

salva e condividi

Politica brutta? Troppo facile dare la colpa allo specchio

Firenze, 21 marzo 2010 - Massimo D’Alema, ieri di passaggio nelle nostre zone per la campagna elettorale, ha detto una cosa largamente condivisibile. Non solo da chi legge i giornali, ma anche da chi li fa. «Penso che le persone siano sostanzialmente disinteressate dalla raffigurazione della vicenda politica come accavallarsi di risse giudiziarie: non credo — ha aggiunto D’Alema — che interessi a nessuno. Credo invece che le persone siano molto più curiose di sapere dove va il mondo, di capire il loro destino individuale, ad esempio il lavoro e la crisi...».

salva e condividi

Piccole e grandi trasparenze andiam cercando

Firenze, 14 marzo 2010 - Se un marziano arrivasse in Italia in questi giorni, motivato dalla curiosità di vedere come si svolgono le elezioni nel Paese padre del diritto e del pensiero politico moderno, rimarrebbe a dir poco allibito. Nella più generosa delle ipotesi chiederebbe il rimborso delle spese sostenute per il biglietto dell’oneroso viaggio.

salva e condividi

Appalti pubblici, la trasparenza e i 'facilitatori'

Firenze, 7 marzo 2010 - Con tutta la predisposizione d’animo candido che si può offrire al prossimo, è difficile non sentire l’acre odore della campagna elettorale nella decisione di ieri della giunta regionale di varare il nuovo «prezzario degli appalti pubblici» in Toscana. L’argomento, come si sa, di questi tempi è particolarmente sentito.

salva e condividi

Noi, elettori tra nuova etica e vecchi inganni

 In questo fetido riesplodere della cosiddetta «questione morale», insieme con la magistratura ordinaria sta contribuendo ad alzare il tombino anche e soprattutto quella contabile. Ovvero la Corte dei Conti.

 

salva e condividi

Firenze a una svolta, la sfida decisiva della città-traino

Oggi parlo di Firenze. Perché Firenze, piaccia o no, è la città-traino a cui è scellerato, ancor prima che impossibile, non agganciare i piani di sviluppo di una grande area centrale del Paese che va oltre la stessa Toscana. Firenze è drammaticamente sotto scopa per almeno tre motivi. Uno legato al passato, il secondo al presente, il terzo al futuro. Tutti e tre intrecciati in una matassa che occorre sciogliere con responsabilità, energia e rapidità.

salva e condividi
Syndicate content