• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

header

Due pessime scelte tra lunghi segreti e memoria corta

 NELLA SETTIMANA appena trascorsa, grazie a due premi di letteratura e giornalismo, il «Brignetti» di Portoferraio e il «Montale» di Sarzana, ho avuto il privilegio di ritrovarmi in compagnia di due persone, la cui storia, privata e pubblica, considero esemplare.

 

salva e condividi

Ultima chiamata per chi ancora scherza col fuoco

 Nelle stesse ore in cui a Roma i governatori delle regioni italiane rovesciavano il tavolo delle trattative con Berlusconi e Tremonti sui tagli imposti dalla manovra, in Toscana con la tempestività tipica di una terra innamorata dei paradossi, il consiglio regionale approvava, ovviamente in affettuoso afflato bipartisan, l’aumento delle indennità ai due vicecapogruppo di Pd e Pdl.

salva e condividi

La miniera d'oro che la politica non sa sfruttare

Per carità, mantenendo sempre i piedi ben saldi a terra, ogni tanto, non foss’altro per darsi un filino di sollievo, non ci farebbe male ricordare che viviamo nel Paese più bello del mondo. Maltrattato, vilipeso, angosciato, stressato e sbrindellato soprattutto da una classe politica che, ogni giorno di più, pensa solo a se stessa e al mantenimento dei propri privilegi, ma pur sempre il Paese più bello del mondo. Che di questo straordinario dono, della natura e della storia, non riesce neanche a sfruttare fino in fondo l’enorme potenzialità economica.

salva e condividi

La vecchia Italia tra mozzarelle blu e disfatta azzurra

Nella grande zuppa quotidiana dell’italica incoerenza si allarga ogni giorno di più lo spazio, l’unico davvero creativo, del falso stupore, dell’ipocrita sbalordimento, dell’insostenibile indignazione per quelle che, in realtà, altro non sono che le inevitabili conferme di un Paese da molti, troppi anni, vecchio, scontato e bloccato. Prendiamo un paio di esempi offerti dalla settimana appena conclusa. 

 

salva e condividi

Quel sì di Cofferati e un paese ostaggio di qualche ex di troppo

OGGI Sergio Cofferati, ex leader duro e puro della Cgil, ex sindaco non rimpianto di Bologna e attuale ben remunerato europarlamentare del Pd, si sposa in seconde nozze a Genova con la benedizione laica di Walter Veltroni, officiante in municipio e unico politico invitato alla cerimonia. Auguri.

salva e condividi

I tagli e la casta alla prova della trasparenza

La stagione di crisi è di quelle che, almeno teoricamente, non ammetterebbero mezze misure.

salva e condividi

Giovani e lavoro: chi nulla, chi troppo nel mondo sbagliato

Firenze, 5 giugno 2010 - CI SONO due notizie che mi hanno particolarmente colpito nel corso della settimana appena conclusa. Entrambe riguardano i giovani e il loro rapporto con il lavoro: fotografano con inquietante nitidezza gli squilibri sempre più forti di un mondo che la globalizzazione economica unisce nelle regole spersonalizzate del mercato, ma frantuma nel rispetto dei bisogni e dei diritti umani più elementari.

salva e condividi

La scelta rischiosa del gioco dell'oca Nell'ora del rigore


 

salva e condividi

La doppia risposta contro chi cerca lo scontro sociale

IL PRESIDENTE Napolitano lo ha detto di recente in occasione delle commemorazioni delle vittime delle stragi terroristiche, da Ustica a Bologna, ai Georgofili di Firenze: attenzione a sottovalutare gli episodi di tensione alimentati dal ritorno di un estremismo violento e minaccioso che rischia di incrociare la sofferenza sociale provocata dalla crisi economico-finanziaria.

salva e condividi

La Toscana o il Pd? Una crisi di troppo per Renzi e Rossi

WALTER VELTRONI, quando si ritrovò messo alla porta della tanto penata segreteria nazionale del Partito Democratico, annunciò urbi et orbi che avrebbe chiuso con la politica e si sarebbe dedicato alla filantropia nell’amata Africa.

salva e condividi
Syndicate content