• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

header

Scuola di politica e cattivi esempi

Da Cortona, dove si è ritrovata l’«AreaDem» del Pd, arriva una notizia che accende lo stimolo della rilassata curiosità domenicale.

E magari anche di una sia pur timida aspettativa per un futuro tempo operoso. Riapre la scuola di formazione politica per i quadri del Partito democratico, rigorosamente under 35. Quelli che, per intendersi, appartengono alla generazione del sindaco di Firenze, Matteo Renzi.

salva e condividi

Noi e le moschee senza ideologie

Raramente come nelle ultime settimane, anzi negli ultimi giorni, si è avvertita forte la sensazione di un incalzare irrefrenabile e angoscioso degli eventi internazionali. Appena mitigato, per nostra fortuna, dalla gioiosa partecipazione popolare al 150° anniversario dell’Unità d’Italia. Sarà l’effetto della globalizzazione mediatica che muove subito commossa partecipazione, ma trasforma in una minaccia sotto casa anche ciò che avviene a migliaia di chilometri di distanza. Sarà l’accavallarsi delle emozioni, la paura prima di tutto.

salva e condividi

Giappone, Africa, paura e speranza

LEGGO CHE MAI come in queste ore, insieme al boom di visite nei portali internet dei nostri giornali per seguire in diretta le notizie e le immagini del sisma catastrofico in Giappone, sono stati presi d’assalto i siti web che, ormai da tempo, raccontano e si occupano della cosiddetta profezia dei Maya.

 

salva e condividi

Lo scandalo e i suoi confini

Un affezionato lettore di Perugia mi gratifica, e lo ringrazio di cuore, dei suoi apprezzamenti al giornale. Ma a conclusione della sua lettera mi riserva una nota critica, e lo ringrazio anche di questa, chiedendomi come mai in questo appuntamento domenicale di dialogo con i lettori, «lei tende a non affrontare, o a scansare?, i temi della politica nazionale».

 

salva e condividi

Caro governatore, almeno lei non ci faccia ridere

SE NON CI FOSSE da piangere per l’avvilente rappresentazione di degrado che la vita pubblica offre tutti i giorni, le reazioni e i commenti che si leggono intorno allo scandalo del buco di bilancio all’Asl di Massa fanno così scappare da ridere che potrebbero serenamente partecipare a una puntata di Zelig. Riassumiamo per chi, eventualmente, si è perso lo spettacolo.

salva e condividi

Le grandi scelte e il consenso alla giornata

 LA COSIDDETTA sindrome Nimby, acronimo inglese che sta a significare «not im my backyard», ovvero non nel mio cortile, ormai è nota ai più.

salva e condividi

Uno sviluppo senza ricatti

 UN MULO di nome Calimero riporterà la ragione, il buonsenso e la decenza?

salva e condividi

Il caso Perugia e l'alibi del mal comune

QUANDO, nel giugno del 1992, arrivai a Perugia, per guidare la redazione umbra de La Nazione, rimasi subito affascinato dal clima raffinato di una città che ti regalava anche lo sfizio di fare le scale mobili per salire su, in centro, accompagnato dalle musiche di Mozart.

salva e condividi

La tentazione dell'illegalità di sopravvivenza

Nella lettura complessiva della crisi economica che stenta a segnalare reali e vigorose inversioni di tendenza verso la ripresa si tende, inevitabilmente, a trascurare episodi che finiscono per essere raccontati solo nei confini della cronaca.

 

salva e condividi

L'Italia di mezzo senza una rotta nel federalismo

La sensazione forte (e avvilente) è che ormai si campi più che mai alla giornata. L’incedere politico e amministrativo appare segnato da una vagotonia senza meta il cui unico obiettivo è sfangare la giornata, arrivare a domanimattina, tamponando alla meno peggio emergenze e problemi, nella sola speranza che il tempo passi procurando il miglior vantaggio o comunque il minor danno possibile all’unica, vera, esigenza avvertita: salvare se stessi, il posto di potere che si occupa e la prospettiva di mantenerne i privilegi. Al cui fine ultimo si dedicano tutte le energie.

salva e condividi
Syndicate content