• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

header

Giornate di studio a Rimini / La nostra vita che cambia: tra due anni l'auto elettrica sarà un fenomeno di massa

I più preoccupati delle emissioni di CO2?

salva e condividi

Intervista a Mario Vargas LLosa premio Nobel per la Letteratura: "Ogni libro è una rivoluzione"

Bello, giovane con i suoi inimmaginabili settantaquattro anni, gentile come solo un gentiluomo sa esserlo, sorridente, elegantissimo. Ed è anche uno dei più grandi scrittori del mondo: Mario Vargas Llosa. Lo abbiamo incontrato a fine agosto a Viareggio, dove si trovava per ritirare il Premio Internazionale Viareggio-Versilia 2010. Oggi, a poco più di un mese di distanza, è Premio Nobel per la Letteratura.

salva e condividi

Leggere&Scrivere / La nebbiosa Dublino di Banville e la prigione di neve della Watson. I filosofi: che misogini!

 

 Jan Elizabeth Watson

La prigione di neve

Fazi, 18.50 euro

salva e condividi

Usa consuma e getta: la filosofia del nostro tempo che vale per i mercati, gli oggetti, le persone

Ho già avuto l'occasione di parlarvi del sociologo e filosofo Zygmunt Bauman, ma le sue teorie sono così interessanti che merita di essere ulteriormente raccontato. Ho finito proprio adesso di leggere il suo "Modernità e globalizzazione" (edizioni dell'asino) una lunga intervista di Giuliano Battiston in cui Bauman riassume in linee generali i grandi temi del suo pensiero.

salva e condividi

Torino Spiritualità / Robert Thurman, buddista e padre dell'attrice Uma, predica la felicità "qui e ora"

A Torino Spiritualità, la settimana dedicata quest'anno al tema del dono e al "fascino delle nostre mani vuote" ho ascoltato la conferenza di Robert Thurman. Padre dell'attrice Uma, è docente di di Studi indotibetani alla Columbia University di New York, "buddista non perfetto", come si definisce, per 40 anni ha indossato il tradizionale abito arancione ma poi, dieci anni fa, ha deciso che per comunicare agli occidentali i fondamenti del buddismo sarebbe stato molto meglio che lui fosse ciò che è, ovvero un occidentale, a cominciare dall'abbigliamento.

salva e condividi

Il biologo diventato monaco buddista: "Ecco perché sono l'uomo più felice del mondo"

Chi è l’uomo più felice del mondo?

salva e condividi

FestivalFilosofia / Intervista a Natoli: "Ritrovare un'etica forte per navigare nel mare dell'incertezza"

Uno tra i più applauditi e amati dal pubblico tra gli ospiti del FestivalFilosofia di Modena Carpi e Sassuolo che si è concluso ieri, è stato il filosofo Salvatore Natoli docente di Teoretica all’Universita Milano-Bicocca, siciliano (di Patti, ha compiuto 68 anni proprio il giorno della sua lectio), cantore di un’etica che sappia coniugare felicità e virtù.

salva e condividi

FestivalFilosofia / Intervista a Bauman: "Perdute le certezze di ieri, ecco il ritorno sociale della Fortuna"

 

E’ uno dei più grandi interpreti di quella ‘modernità liquida’ in cui siamo immersi e che sta cambiando il nostro modo di vivere e di pensare: le conseguenze sul fattore umano della globalizzazione, i mutamenti del pubblico e del privato, una nuova era di incertezza sociale, lo scollamento tra potere e politica, sono alcuni degli elementi che caratterizzano il pensiero di Zygmunt Bauman, il sociologo polacco, 85 anni, ospite del FestivalFilosofia di Modena Carpi e Sassuolo, decima edizione dedicata al tema della Fortuna.

salva e condividi

FestivalFilosofia di Modena dedicato alla Fortuna/ Intervista a Veneziani: "Il nostro presente senza Destino"

Fortuna, dal latino FORS: sorte. Fato, destino, previsione, possibilità, speranza, occasione, predeterminazione. Sfortuna, iella, malasorte. Fortunato, fortuito, fortunoso. Ci si può credere o meno. O fare come Benedetto Croce che non ci credeva nel modo più assoluto ma teneva un corno rosso in tasca. E comunque se non è la fortuna è il caso che decide di molti aspetti della nostra vita. E della morte.

salva e condividi

La provocazione di Rondoni: "Letteratura come materia facoltativa nei licei. E i prof incapaci a casa"

 “Dico che nelle scuole superiori la letteratura dovrebbe diventare una materia facoltativa”.

salva e condividi
Syndicate content