• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

header

L&S/ La morte del figlio nel racconto di Rostain / Dalla Lituania con amore: il gulag di Ruta Sepetys

Pubblicato da Rossella Martina Mar, 18/10/2011 - 12:36

Michel Rostain

Il figlio

Elliot, 15 euro

Rostain, regista teatrale e operistico francese, ha perso un figlio di ventuno anni per una meningite fulminante. In questo libro racconta i fatti – la prima febbre, l’ospedale, la morte, il funerale – con la voce del suo stesso ragazzo che, più che se stesso, osserva i genitori e in particolare il padre, ne intuisce i pensieri, la speranza, la disperazione. E’ un libro magnifico che fa piangere e sorridere, senza retorica, dolce, delicato, magnificamente scritto.

Ruta Sepetys

Avevano spento anche la luna

Garzanti, 18 euro

Lituania 1941: arrivano i sovietici e deportano migliaia e migliaia di lituani colpevoli di essere ‘borghesi’ e quindi potenzialmente antisovietici. Ruta Sepetys, americana figlia di lituani, dopo un lungo viaggio di ricerca nei luoghi del terrore russo, trasforma in romanzo la storia della sua famiglia e di tanti altri portati oltre il circolo polare a scavare buche nella notte artica, vittime di ogni sorta di spregio, affamati, umiliati. Una testimonianza scevra di rabbia, dolorante ma orgogliosa e coraggiosa.

 

 

salva e condividi

Commenta questo intervento

ATTENZIONE: la pubblicazione dei commenti è riservata ai soli utenti registrati. Per effettuare la registrazione è necessario cliccare sul pulsante "Da▼" che si trova in cima al modulo sottostante, e poi selezionare una delle opzioni di autenticazione.
I commenti inseriti saranno pubblicati direttamente su questa pagina. La redazione si riserva di cancellare tutti i messaggi ritenuti offensivi o diffamatori.