• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

header

Otto ore di sonno a notte e meno stress per dimagrire

Pubblicato da Alessandro Malpelo Ven, 01/04/2011 - 17:07

DORMIRE almeno 6-8 ore a notte, e concedersi qualche momento di relax ogni giorno, aiuta chi è in sovrappeso a tornare in forma. Lo ha dimostrato un nuovo studio pubblicato sul Journal of Obesity, e finanziato dal centro di medicina alternativa dei National Institutes of Health. I ricercatori americani hanno coinvolto quasi mezzo migliaio di soggetti a dieta: tutti impegnati a perdere almeno 4,5 chili in sei mesi.

CHI ABBINA alla dieta un sonno regolare ed elimina lo stress raggiunge l’obiettivo più facilmente. Suggerita una dieta con 500 calorie in meno al giorno rispetto al solito, ricca di frutta e verdura e abbinata a 180 minuti di attività fisica a settimana. Lo studio statunitense è scaricabile da questo link sul sito di Nature.

DOPO L'ENTRATA in vigore dell'ora legale, lo spostamento delle lancette dell'orologio di un'ora avanti hanno riportato a galla il problema dell'insonnia, della sindrome del jet lag e del ruolo di molecole come la melatonina. Da parte sua, Coldiretti ha predisposto una guida agli alimenti che conciliano il riposo. Sconsigliati a tarda sera, sia pure con variabilità individuali, cacao, piccanti, alcolici, caffeina e altri stimolanti. Amici del sonno pasta, pane, cereali, verdure come la lattuga, il radicchio rosso e il cavolo, formaggi freschi, yogurt, uova sode, miele in infusi, una tazza di latte caldo, oppure la frutta fresca. Il tratto che li accomuna è una molecola, precursore della serotonina, che a livello cerebrale ha un effetto sedativo. Come un sonnifero naturale. Senza nulla togliere ai farmaci che vanno per la maggiore e che aiutano a raggiungere lo stesso scopo.

ALLA RICERCA di rimedi utili per vincere l'insonnia, lunedi prossimo, nella sezione di medicina e salute del QN in edicola, due pagine sono dedicate proprio al sonno, alla difficoltà di addormentarsi, alle raccomandazioni per migliorare il nostro riposo grazie ai nuovi ritrovati. Allora, ne riparliamo la prossima settimana, e nel frattempo vediamo insieme se questa è la strada giusta: chi ha qualche consiglio o quesito lo può scrivere di seguito, nello spazio dei commenti, o segnalarlo inviando una email all' indirizzo salute@quotidiano.net

salva e condividi

Commenta questo intervento

ATTENZIONE: la pubblicazione dei commenti è riservata ai soli utenti registrati. Per effettuare la registrazione è necessario cliccare sul pulsante "Da▼" che si trova in cima al modulo sottostante, e poi selezionare una delle opzioni di autenticazione.
I commenti inseriti saranno pubblicati direttamente su questa pagina. La redazione si riserva di cancellare tutti i messaggi ritenuti offensivi o diffamatori.