• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

header

I sorrisi di Nanto del Grande Fratello e la prevenzione della carie

Pubblicato da Alessandro Malpelo Mar, 19/10/2010 - 14:46

IL CAST del Grande Fratello visto ieri sera in tv promette faville. E Nanto, il ragazzo di Pomezia mandato per primo a rompere il ghiaccio nella casa, sembra il simbolo stesso di questa generazione glamour. Giovani, belli e tonici. Con un sorriso smagliante, immediato, che ritroviamo anche sul volto degli altri protagonisti di questa edizione del GF. A loro si potrebbe chiedere di fare da traino alla grande iniziativa intitolata Ottobre Mese della prevenzione dentale. Entra nel vivo la campagna nazionale, trentesima edizione, che promuove la profilassi anticarie, igiene della bocca e delle gengive, e la difesa del bianco dei denti. «La visita di controllo è l’occasione giusta per ricevere consigli su misura — dichiara Gianfranco Prada, presidente nazionale dell’Associazione Dentisti Italiani (Andi) — ed effettuare un trattamento sbiancante professionale, se il dentista lo ritiene praticabile». Per una visita gratuita basta chiamare il numero verde Mentadent 800 800 121. Sarà possibile così conoscere il nome del più vicino dentista Andi, tra i 13mila che aderiscono all’iniziativa, e fissare un appuntamento. Igiene orale significa prendersi cura dello smalto e mantenere il sorriso bello, radioso e pulito. Le nuove generazioni hanno capito la lezione (spazzolino e dentifricio, filo interdentale e periodici controlli di rigore) e sempre più spesso arrivano all’età adulta con una dentatura sana. L’ortodonzia, cioè la correzione dei denti storti, fa il resto. UN SONDAGGIO dell’istituto International Research ha appurato che il 25% dei piccoli si lava i denti meno di una volta al giorno. Tra gli adulti il discorso non cambia. Ministero della Salute e dentisti suggeriscono invece di lavarsi i denti minimo due volte al giorno e di sostituire lo spazzolino almeno 4 volte l’anno. Numerosi studi clinici hanno messo in relazione la fermentazione degli zuccheri nel cavo orale con l’aumento della carie, dopo un pasto a base di carboidrati è dunque opportuno rimuovere la placca. E a proposito di buone abitudini, Mentadent e i dentisti Andi offrono quest’anno, come dicevamo, anche la possibilità di ringiovanire il proprio sorriso. «I trattamenti sbiancanti — avverte Nicola Esposito, segretario nazionale Andi — devono essere effettuati esclusivamente da dentisti o igienisti dentali abilitati. Non è possibile praticarli, ad esempio, a pazienti con una igiene orale trascurata, come le gengive infiammate. Anche le otturazioni malandate e i denti spezzati sono controindicazioni». Ma in quest’ultimo caso, aggiungiamo noi, grazie ai materiali compositi e alle tecniche di ricostruzione, è possibile fare miracoli. PER I PRODOTTI utilizzati, gli sbiancanti non sono indicati a particolari categorie, tra le quali le donne gravide e i bambini. «Un trattamento sbiancante di tipo professionale — conclude il dottor Esposito — può riportare il colore del dente a come era in gioventù e deve essere ripetuto dopo 18-24 mesi». Per altre informazioni consultare i siti www.andi.it e www.mentadent.it

salva e condividi

Commenta questo intervento

ATTENZIONE: la pubblicazione dei commenti è riservata ai soli utenti registrati. Per effettuare la registrazione è necessario cliccare sul pulsante "Da▼" che si trova in cima al modulo sottostante, e poi selezionare una delle opzioni di autenticazione.
I commenti inseriti saranno pubblicati direttamente su questa pagina. La redazione si riserva di cancellare tutti i messaggi ritenuti offensivi o diffamatori.