• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

header

Il pianeta Sautet

Pubblicato da Andrea Maioli Gio, 06/08/2009 - 19:12

Viaggio nel pianeta Claude Sautet per scoprire due opere lontane cronologicamente e stilisticamente ma legate, è ovvio, dal nome di questo autore francese amatissimo nelle nicchie popolate dai cinefili di gusto.

Il suo (quasi) esordio è il ‘polar’ «Asfalto che scotta» (1960) con Belmondo e Ventura: in un bianco e nero crepuscolare una storia di gangster e tradimenti che traccia i confini del genere cinematografico rispettandone i codici ed esaltando la percezione del ‘noir’. Nel dvd Rarovideo un’attenzione particolare ai contenuti extra che diventano elemento imprescindibile della visione. Qui due interessanti interviste: all’esperto Mauro Gervasini sul legame di sangue  Sautet-polar francese e a Sergio Bassetti che esplora invece la partitura musicale di Georges Delerue.

«Tre amici, le mogli e (affettuosamente) le altre» è invece il Sautet del 1974 distribuito da Dolmen Home Video. Cast meraviglioso che assembla Yves Montand, Michel Piccoli, Serge Reggiani,  e un giovane Depardieu. Tre amici, appunto, che hanno raggiunto o varcato la boa della mezza età. Stanchi, amareggiati, disillusi. Cuori in inverno che si ritrovano periodicamente — con mogli o amanti — dal più giovane pugile Depardieu. Bilanci destinati a non quadrare mai per un grande affresco dell’anima.

|
salva e condividi

Commenta questo intervento

ATTENZIONE: la pubblicazione dei commenti è riservata ai soli utenti registrati. Per effettuare la registrazione è necessario cliccare sul pulsante "Da▼" che si trova in cima al modulo sottostante, e poi selezionare una delle opzioni di autenticazione.
I commenti inseriti saranno pubblicati direttamente su questa pagina. La redazione si riserva di cancellare tutti i messaggi ritenuti offensivi o diffamatori.