• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

header

I cavalieri esistono ancora.

Pubblicato da Maria Cristina Magri Sab, 05/11/2011 - 10:03

Ieri venerdì, ho continuato a godermi lo spettacolo: perchè Verona è tutta uno spettacolo, ognuno cerca di mettere in mostra  quello che sa (o pensa di saper...) fare in qualunque metro quadro di sabbia disponibile - e non solo, che purtroppo si vede gente che insiste a chiedere al proprio cavallo andature e/o passi che non dovrebbero avere niente a che fare con l'asfalto.

Mi appollaio comoda nella parte alta delle gradinate, salvo un paio di posti attorno per gli amici che passano a salutare (e cosa c'è di più bello che guardare un buon cavallo lavorare ciacolando con qualcuno che si appassiona quanto te alla disanima tecnica?) e sono pronta, tutta per la Maria Baleri e "Il cavallo nelle Tradizioni" dell'area B.  

Ma a un certo punto di fianco a me si siede una ragazzona molto espansiva, di cavalli non sa ancora nulla ma pare piena di entusiasmo. Molto entusiasmo, direi sin troppo entusiasmo visto che continua ad agitarsi, gridare, ridere a squarciagola e a me tocca diventare piccola piccola per evitare il mulinar delle sue braccione.

Dall'altro lato ho un signore magro, alto, coi capelli grigi silenzioso e garbato: ogni tanto lancia un'occhiata alla ragazzona e una a me, poi dopo l'ultima esplosione d'entusiasmo di quella (e una espressione evidentemente molto esaustiva della mia facciotta)  prende l'iniziativa e sotto-sottovoce mi dice "Vuole che ci scambiamo di posto?".

Ecco, questo è coraggio: il signore grigio è stato così gentile che mi  è tornato il sorriso dentro e ho poi sopportato stoicamente l'altra vicina - anzi, addirittura sono riuscita a parlarle con calma e forse a spiegarle un paio di cose. E' proprio vero che una goccia di miele fa più di un barile d'aceto e una gentilezza al momento giusto può cambiarti la giornata...e tutto grazie a un cavaliere.

 

 

salva e condividi

Commenta questo intervento

ATTENZIONE: la pubblicazione dei commenti è riservata ai soli utenti registrati. Per effettuare la registrazione è necessario cliccare sul pulsante "Da▼" che si trova in cima al modulo sottostante, e poi selezionare una delle opzioni di autenticazione.
I commenti inseriti saranno pubblicati direttamente su questa pagina. La redazione si riserva di cancellare tutti i messaggi ritenuti offensivi o diffamatori.