• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

header

Ancora dalla 113° Fieracavalli: aria nuova tra i giganti!

Pubblicato da Maria Cristina Magri Ven, 18/11/2011 - 08:31

Quindici anni fa non ci avrebbe creduto nessuno: i Cavalli Agricoli Italiani da tiro pesante rapido erano relegati ad una selezione morfologica che li condannava ad un solo destino, quello della produzione di carne. Ma grazie a qualche matto che ci ha creduto con tutta l'anima e ha provato a cambiare le cose dal di dentro è veramente girato il vento: è cominciata una nuova era per il TPR.

In Fieracavalli a Verona mai così tanti soggetti attaccati, mai così tanti a divertirsi anche montati, in mezzo ai ragazzi e scatenati come loro: un vero miracolo, se non fosse che si deve agli uomini e non ad un intervento divino. Dall'Abruzzo, dalla Puglia, dall'Emilia e dal Veneto e dal Piemonte e altri ancora – tutti i soggetti presentati si sono dimostrati grandi cavalli, e non stiamo parlando di stazza. Grandi per la disponibilità, grandi per il carattere gentile, grandi perché come tutti i veri grandi non approfittano della loro forza. Gli unici, a quanto pare, ad avere unito Fise e AIA: non si vede mai nessuno della Federazione nei padiglioni dedicati all'allevamento italiano (e sarebbe bello capire il perché), ma i TPR sono riusciti anche in questa impresa. Ad assistere al primo Campionato di Maneggevolezza (tenuto nell'area B del Cavallo nelle Tradizioni) c'erano anche Mariangela (componente della commissione attacchi Fise) ed Alessandro Beverina, giudice nella stessa disciplina. «I TPR li conoscevo già, mi hanno sempre fatto simpatia» ci racconta la signora Beverina «li considero facili per l'avvicinamento alla disciplina, bisognerà trovare la situazione giusta per farli entrare in Fise ma è una cosa sicuramente auspicabile per tutti». 

salva e condividi

Commenta questo intervento

ATTENZIONE: la pubblicazione dei commenti è riservata ai soli utenti registrati. Per effettuare la registrazione è necessario cliccare sul pulsante "Da▼" che si trova in cima al modulo sottostante, e poi selezionare una delle opzioni di autenticazione.
I commenti inseriti saranno pubblicati direttamente su questa pagina. La redazione si riserva di cancellare tutti i messaggi ritenuti offensivi o diffamatori.