• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

header

Un vampiro per marito, è la denuncia di una donna indiana: "Beve il mio sangue da tre anni"

Pubblicato da Matteo Leonelli Mar, 19/07/2011 - 13:42

Delhi - Prendeva una siringa, aspirava il sangue della moglie e lo beveva per "acquisire forza". E’ successo, tutti i giorni per tre anni consecutivi, nel distretto di Damoh nello stato indiano del Madhya Pradesh.

 

Deepa Ahirwar, moglie dell’agricoltore Mahesh, ha deciso di liberarsi di quella che era ormai una tortura giornaliera, che non le era stata risparmiata neanche durante i periodi di gravidanza.

 

"Prendeva una siringa aspirava il sangue dalle mia braccia, ne riempiva un intero bicchiere e se lo beveva. Lo ha fatto per tre anni e mi minacciava di conseguenze terribili se lo avessi rivelato a qualcuno", ha raccontato Deepa alla polizia aggiungendo anche che le poche volte che lei si era ribellata era stata duramente picchiata.

 

La vicenda ha avuto comunque un difficile iter giudiziario: Deepa infatti si e’ vista rifiutare l’assistenza della polizia, che non sapeva come definire la vicenda, ben due volte da due diversi commissariati locali.

Solo quando i residenti del villaggio di Shikarpura, dove le vive, sono intervenuti a sua difesa allora la polizia locale di Hindoriya non si e’ piu’ potuta tirare indietro e ha classificato il caso come "torture fisiche da parte del coniuge".

salva e condividi

Commenta questo intervento

ATTENZIONE: la pubblicazione dei commenti è riservata ai soli utenti registrati. Per effettuare la registrazione è necessario cliccare sul pulsante "Da▼" che si trova in cima al modulo sottostante, e poi selezionare una delle opzioni di autenticazione.
I commenti inseriti saranno pubblicati direttamente su questa pagina. La redazione si riserva di cancellare tutti i messaggi ritenuti offensivi o diffamatori.