• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

header

Donne a scuola di seduzione

Pubblicato da Daniela Laganà Sab, 24/09/2011 - 11:46

A lezione di femminilità per riscoprire il gusto del piacere e di piacersi. Parte da Bologna la contro-rivoluzione rosa che punta sulla riscoperta del fascino e dell’arte di essere donna. Un movimento silenzioso, nato da un passaparola e dall’intuizione di una giovane personal trainer ucraina. Perché ad alcune si aprono sempre le porte del successo e dell’amore, mentre altre non riescono a coronare i propri sogni? Spaccata da una società che ti vuole o carrierista in pantaloni o valletta in minigonna, la spiegazione è che a forza di rincorrere la parità o ideali maschili, la donna moderna ha finito per dimenticare se stessa e le proprie caratteristiche (anche fisiche). 

Al contrario di tanti manualetti e best-seller che fanno bella mostra di sé sugli scaffali delle librerie, urlando slogan del tipo "gli uomini preferiscono le stronze" e "falli soffrire", la 'scuola di femminilità' invita più pacatamente a capire che non siamo poi così uguali e che la comunicazione tra i due sessi non sempre è lineare come crediamo. 

Diventano così necessarie l’arte del perdono, il linguaggio dei gesti, la capacità di superare la paura di essere giudicate deboli, ma anche tecniche più erotiche che passano attraverso una ginnastica genitale e i segreti del tocco. Gli incontri (per info mail: ivy.k@libero.it), a cadenza quindicinale, abbracciano un pubblico trasversale (si va dai 19 ai 60 anni) e possono avere titoli curiosi come 'Il vaccino contro il tradimento' o la 'Chiamata d’amore'. In ogni caso, però, l’obiettivo è sempre lo stesso: individuare le differenze tra uomini e donne e accettarle. Anzi sfruttarle al meglio! 

Qualcuno potrebbe obiettare che si tratta di un salto indietro nel tempo, una regressione storica che cancella anni di lotte per la conquista di uguali diritti, di reggiseni bruciati e di suffragette in marcia. "Neanche per sogno", spiega la ‘docente’ Ivanna Kovalenko, 34 anni, di cui gli ultimi quattro passati a seguire master e corsi in Russia su queste tematiche. "L’idea — spiega — è quella di vivere nel piacere e con piacere, soddisfatte di sé e della propria vita". E scusate se è poco.

PUBBLICATO SU 'IL RESTO DEL CARLINO' DEL 23 SETTEMBRE 2011

salva e condividi

Commenta questo intervento

ATTENZIONE: la pubblicazione dei commenti è riservata ai soli utenti registrati. Per effettuare la registrazione è necessario cliccare sul pulsante "Da▼" che si trova in cima al modulo sottostante, e poi selezionare una delle opzioni di autenticazione.
I commenti inseriti saranno pubblicati direttamente su questa pagina. La redazione si riserva di cancellare tutti i messaggi ritenuti offensivi o diffamatori.