• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

header

Le scommesse, un male necessario

Pubblicato da Riccardo Jannello Mar, 17/02/2009 - 17:27

Siamo alle ore precedenti il via del Festival di Sanremo, giunto alla cinquantanovesima edizione, che il direttore di Raiuno, Fabrizio del Noce, che presto lascerà l'incarico per dedicarsi solo alla fiction, ha ammantato di un significato molto particolare, come fosse l'ultima spiaggia della tv di Stato. Sanremo è Sanremo, e Bonolis abbastanza esperto e tarsversale per assicurare molta curiosità intorno al prodotto e quindi, azzardiamo, buoni ascolti, certo maggiori, in prospettiva, al Baudo molto languido dello scorso anno.  Sono convinto che la gente davanti alla tv ci sarà, perché le polemiche già avviate, soprattutto quella su Povia, la presenza di un gruppo come gli Afterhours, che dovrebbe apportare pubblico giovane, e alcune Proposte di buon livello (Karima l'ho premiata anni fa nel concorso "Il futuro è uno show", che La Nazione organizzava a Casciana Terme con la Vegastar: una vera e propria bomba la algerino-livornese), la voce di Mina e la presenza stasera di Benigni sono comunque una base buona dalla quale partire. Ma è buona regola comunque aspettare per tirare le prime conclusioni e ascoltare le prime proteste dei tre big che abbandoneranno la gara e dovranno poi affidarsi a un drammatico spareggio di recupero. Carne al fuoco ce n'è molta, vedremo. E vedremo anche se senza Dopofestival Bonolis sforerà ancora di più l'orario.

 

Per chi ama il gioco, intanto, sono uscite le quote dei big in gara. Le scommesse cono un male necessario nello "sport" italiano e Sanremo è una gara vera e propria dove l'agonismo non ha nulla da invidiare al derby Inter-Milan. Mi sono esposto proponendo Pravo, Zanicchi e Povia come protagonisti. La Lottomatica col suo Better non mi segue: accredita Povia di un 9 contro 1, Patty del 12, Iva addirittura del 25. Il favorito al momento è Francesco Renga, che venise l'edizione 2005, la Bonolis I: è dato 5 contro 1; a 6 lo segue Dolcenera, a 7 Marco carta, a 8 la coppia del jazz, Nicolai-Di Battista; a 9 con Povia anche Marco Masini, un altro "classico", come avrebbe definito Gianni Brera un ex vincitore, a 10 Albano e la strana coppia Alexia-Lavezzi (felici che la cantante di Albiano Magra salga sul carro della musica d'autore); a 11 Pupo, Paolo Belli e Youssoun'n Dour (siamo curiosissimi...), a 15 Tricarico; a 18 Manuel Agnelli con gli Afterhours; a 20 Gemelli Diversi e Fausto leali; a 25 con la Zanicchi c'è Sal da Vinci. Non fidatevi, ma tre euro su Patty io li gioco: i sogni da piccolo vanno saputi apprezzare anche tanti anni dopo.

salva e condividi

Commenta questo intervento

ATTENZIONE: la pubblicazione dei commenti è riservata ai soli utenti registrati. Per effettuare la registrazione è necessario cliccare sul pulsante "Da▼" che si trova in cima al modulo sottostante, e poi selezionare una delle opzioni di autenticazione.
I commenti inseriti saranno pubblicati direttamente su questa pagina. La redazione si riserva di cancellare tutti i messaggi ritenuti offensivi o diffamatori.