• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

header

Torno dal viaggio e già penso

Il bello del viaggio inizia quando dentro di noi si forma l’idea della meta. Si preferisce un luogo piuttosto che un altro perché se ne è letto, perché qualcuno ce ne ha parlato o perché nella nostra vita abbiamo incontrato qualcosa che ci ha fatto pensare che prima o poi saremmo andati a vedere quel posto.

salva e condividi

Leggeri, con meno sensi di colpa

Paolo crede che la qualità del tempo che passa con i suoi figli sia un valore rispetto alla quantità. Così si sente meno in colpa. Antonia pensa che se non dice a nessuno che tradisce Mauro è una verità a metà e quindi si sente meno in colpa. Marisa va tutte le sere a trovare gli anziani genitori e mentre si fa i cinque piani in ascensore sa già che uscirà da quella casa più nervosa di quando ci è entrata, ma ci va per sentirsi meno in colpa. Michela mangia i dolci di notte, così le sembra di essere in un sogno e si sente meno in colpa.

salva e condividi

Leggeri, con meno sensi di colpa

Paolo crede che la qualità del tempo che passa con i suoi figli sia un valore rispetto alla quantità. Così si sente meno in colpa. Antonia pensa che se non dice a nessuno che tradisce Mauro è una verità a metà e quindi si sente meno in colpa. Marisa va tutte le sere a trovare gli anziani genitori e mentre si fa i cinque piani in ascensore sa già che uscirà da quella casa più nervosa di quando ci è entrata, ma ci va per sentirsi meno in colpa. Michela mangia i dolci di notte, così le sembra di essere in un sogno e si sente meno in colpa.

salva e condividi

L'uomo nero di Genova

Questa sera sono andato allo stadio con la mamma e il papà. Ultimamente sono sempre nervosi e preoccupati per il lavoro, la mamma ogni tanto fa la cassa integrazione e li sento sempre parlare di spese e di mutuo. So che amano tanto me e la mia sorellina e che farebbero di tutto per farmi felice.

salva e condividi

Vi aspetto per parlare di emozioni!

Vi aspetto sabato  9 ottobre alle ore 14.00 all'hotel Carlton a Bologna.

Sarà un incontro aperto a tutti per parlare di Emozioni, della loro gestione e delle competenze emotive.

Ci saranno ospiti interessanti con un dibattito che, mi auguro, sarà interessante per tutti

salva e condividi

Senza dire arrivederci

E’ uscita tardi questa mattina, ancora mentre sgranocchiava l’ultimo biscotto preso dal barattolo. Si è messa i pantaloni beige che le stanno un po’ stretti dopo l’estate. E’ salita in macchina e ha iniziato la solita coda del lunedì. Si è fermata a metà strada a prendere le caramelle per Silvana, sa che lavora meglio se ne mangia una ogni tanto.

salva e condividi

Suggerimenti per vivere meglio

“Non ci pensare, non ci pensare, altrimenti avrai mille passati e nessun futuro”. Sono stata folgorata da questa frase, colta in un film non facile, molto bello, “Il segreto dei suoi occhi”.

salva e condividi

Brando

La prima volta che ho visto Brando aveva il camice da lavoro.

Mi è venuto incontro, un po’ timido, e salutata gentilmente. Poi ho parlato con il suo datore di lavoro, un ragazzo di almeno quindici anni più giovane di lui. Mi ha detto “qui dentro faremo tutti la cassa integrazione a turno, tranne lui. Lui la farà sempre”.

salva e condividi

Brando

La prima volta che ho visto Brando aveva il camice da lavoro.

Mi è venuto incontro, un po’ timido, e salutata gentilmente. Poi ho parlato con il suo datore di lavoro, un ragazzo di almeno quindici anni più giovane di lui. Mi ha detto “qui dentro faremo tutti la cassa integrazione a turno, tranne lui. Lui la farà sempre”.

salva e condividi

Fotografie

Ci sono persone che arrivano davanti al Colosseo, a San Pietro, a una cascata mozzafiato, al Ponte dei Sospiri, al deserto, al mare in tempesta, a una rosa che sta sbocciando, alla terrazza del Sacre Coeur, all’Himalaya, alla spiaggia più bianca delle Maldive, al proprio figlio di pochi secondi e pensano a scattare la fotografia.

salva e condividi
Syndicate content