• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

header

La provincia alle urne. Che tristezza

Mi siedo in redazione. Clic sulla mail. Apriti cielo: è zeppa. Di lettere, messaggi, inviti, comunicati dalle sigle più svariate. Quelle di partiti, partitoni, partitelli e partiti (di testa) delle province. E poi ancora liste, listoni e listelli di cervello andato a male. Divento una bestia. Questi beoti riempiono la posta di parole inutili, che in genere s'ispirano al militaresco ma anche al linguaggio da Seconda Repubblica post Tangentopoli, tipo squadra, unione e altra roba da quattro lire. Così è il mondo politico della provincia.

salva e condividi

La fattoria delle epidemie

Eccolo, il panico. Ora si chiama febbre suina. E si diffonde a macchia d'olio. E' uno strano deja-vu, praticamente uguale a quello della mucca pazza. Con tutte le possibili e immaginabili ripercussioni sanitarie (ed economiche). Tutte queste robacce, guarda caso, spuntano nel millennio dell'artificialità. Il baghino, almeno da noi, è sempre stato considerato un simbolo di purezza e autenticità. Genuinità, insomma. Basta pensare alle sagre e a chi lo eleva come specialità della propria terra.

salva e condividi

Eleonora, esempio per tutti

Pensiero del 25 aprile. Eleonora è il cuore di Rimini. La ventenne di Mondaino salva dopo 42 ore sotto le macerie dell'Aquila migliora. E nel momento in cui i fari dei media cominciano lentamente a spegnersi sulle città a pezzi dell'Abruzzo, ci pensa la piccola Eleonora a tener desta l'attenzione sul sisma. E' il suo coraggio che è un monito. Per non dimenticare quella tragedia. Ancora un augurio a questa piccola grande ventenne. Che sia un esempio per tutti.

salva e condividi

Moro, Cirillo e il ginepraio delle trattative

''Aldo Moro poteva essere salvato pagando un riscatto in denaro, proprio come accadde con me''. Lo ha sostenuto Ciro Cirillo (ex assessore regionale all'urbanistica e lui stesso ostaggio delle Brigate Rosse dal 27 aprile al 24 luglio 1981) nel corso della presentazione del libro-intervista firmato da Giuliano Granata e Tonia Limatola, ''Io, Cirillo e Cutolo - dal sequestro alla liberazione'', edito da Cento Autori.

salva e condividi

Br e storie di pentiti

Tornano alla ribalta Br e pentiti. Ma non in tantissimi (e questo è già discutibile) ricordano la storia di Patrizio Peci, l'"infame" della stella a cinque punte, il primo superpentito della lotta armata Br. L'uomo, di San Benedetto del Tronto (Ascoli), pagò cara la sua collaborazione con lo Stato: gli uccisero il fratello e la sua vita cambiò. Di quei terribili anni, parleremo in un convegno che riscopre le radici degli anni di piombo e che si terrà a Brindisi. L'appuntamento è per venerdì 24, alle 18.

salva e condividi

L'ultimo Anello dei misteri di Stato

Affari riservati. Così direbbero dalle alte sfere dello Stato. Affari nostri, se permettete. Così diciamo noi. Credo (e scusate la presunzione) che tra chi legge solo uno 0,1% sappia che cosa sia "Anello". Non è il gioiello, ma l'ultima perla dei segreti di Stato. Un servizio segreto nato per manovrare dietro le quinte dello Stato repubblicano, più volte in mezzo ai misteri più grandi di questo povero Paese.

salva e condividi

Terroristi nella Rete

In giro ci sono ancora beoti che piazzano su Internet bersagli da colpire. Ma non sono cerchi concentrici dove lanciare freccette. Sono uomini in carne e ossa: politici, poliziotti, giornalisti, insomma tutta gente che fa il suo lavoro come può. Questi criminali li sbattono su siti Internet e poi, direttamente o indirettamente, li minacciano. Liste di proscrizione. I cronisti del nostro giornale hanno avuto il coraggio (e meritano un applauso) di denunciarlo.

salva e condividi

L'ex Br con la museruola

Voglio raccontarvi una storia. Per lavoro, stasera, mi è capitato di contattare un ex brigatista rosso. Ci ho parlato tante volte. Mi ha sempre rilasciato interviste. Senza remore. E' uno di quelli che ha contato nell'organizzazione. Quando l'ho raggiunto al telefono, la risposta è stata dura: "No, non rilascio interviste". Immediato il mio stupore. Ma come, mi dico, fino ad ora ha sempre parlato, anzi era uno dei pochi. Beh, provo a dissuaderlo, ma lui taglia corto: "Inutile insistere, farei solo perdere del tempo".

salva e condividi

Cornute e mazziate le vittime Br

Ancora cornute e mazziate, le vittime del terrorismo. Allora: succede che Cinzia Banelli, "compagna So" per gli amici brigatisti, viene fatta uscire di galera. E va ai domiciliari. In una località segreta. Neanche, poniamo, un potenziale bersaglio delle Nuove Br godrebbe di un simile trattamento. I guanti bianchi, semmai, vengono usati per raccoglierne il cadavere crivellato dai colpi della stella a cinque punte. Invece i pentiti godono di beni d'ogni sorta.

salva e condividi

Buona Pasqua, Eleonora

La piccola grande Eleonora combatte. Combatte ancora. Dopo aver sfidato cinque piani di macerie, ora lotta su un letto di rianimazione. A Teramo. Con lei, i genitori. Non l'abbandonano un attimo. Eleonora Calesini è una ventenne romagnola, di Mondaino, un paesino che è a un tiro di schioppo da Pesaro, ma che è in provincia di Rimini. La passione per lo studio ha calamitato <Ele> a L'Aquila. Ma il terremoto la stava per strappare ai suoi cari. La palazzina in cui abitava insieme ad altri s'è sbriciolata come un tozzo di pane.

salva e condividi
Syndicate content