• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

header

Felicitazioni a Di Pietro

A proposito di Scilipoti: complimenti vivissimi a Di Pietro. Davvero un bel partito il suo.

salva e condividi

Felicitazioni a Di Pietro

A proposito di Scilipoti: complimenti vivissimi a Di Pietro. Davvero un bel partito il suo.

salva e condividi

Pd e Fini

Il Pd e Fini non si alleano, sottolineano tutti. E vorrei vedere il contrario. Vabbè che giustizialismo & populismo hanno ridotto maluccio la politica. Vabbè che destra e sinistra sono concetti da aggiornare. Ma un'alleanza tra il già leader del Msi, di An e cofondatore del Pdl e il maggior partito d'opposizione erede dei riformismi italiani mi sembrerebbe un po' troppo.

salva e condividi

Il Pd e la piazza di sabato

I 'democrats', in vista della manifestazione di sabato a Roma (due cortei che confluiranno in San Giovanni) hanno messo in moto la macchina organizzativa. Circa 100mila persone arriveranno, attraverso i canali del partito: 18 treni speciali, 1500 pullman, mille in arrivo dalla Sardegna con la nave più tutti coloro che si verranno nella Capitale con mezzi propri. E Renzi, sindaco di Firenze, ci sarà? O avrà improrogabili impegni istituzionali? Secondo me ci va. Scommettiamo?

salva e condividi

Socialdemocratici

E' chiaro che la bussola del Pd dev'essere europea e di stampo socialdemocratico. Non mi pare che da Oltreoceano arrivino novità di gran rilievo. Ma è altrettanto necessario intendersi su un altro punto, essenziale: l'orizzonte riformista che ha fatto dell'Europa occidentale un'oasi di pace e libertà si è ora ristretto. E allora il Pd, che si candida a guidare l'Italia, deve guardarsi attentamente attorno. Deve analizzare i processi in corso e catturarne il meglio.

salva e condividi

Primarie

Non vorrei fare l'ingenuo, ma questi drammi nel Pd sulle primarie mi sembrano costruiti sul nulla (specie ora che il momento economico del Paese è disastroso e che le tensioni sociali e politiche aumentano di minuto in minuto). I casi sono due: o queste primarie si fanno solo per i leader nazionali oppure non si fanno per nulla. Oppure, meglio ancora, si evita di impegnare il partito in prima persona. Pena figuracce. Come a Milano. E come in altre mille piazze d'Italia (cfr. Torino e Fassino).

salva e condividi

Evidenze

Le riflessioni di D'Alema e Latorre sulla necessità di un nuovo patto fondativo del Pd sono giuste. Fossi nei dirigenti del Pd non le liquiderei con fastidio o supponenza e mi concentrerei sui contenuti. Perché quel che manca in Italia è un solido partito socialdemocratico. E Bersani ha tutte le capacità e possibilità di fare dei democratici una formazione seria e compatta, ispirata a ideali certi. E non "liquidi". Né giustizialisti (avete visto come sono nervosi quelli dell'Idv?) né populisti.

salva e condividi

A proposito di Vendola

E' tutto un gran parlare di Vendola. Sicuramente una risorsa per il centrosinistra. Sicuramente una persona in gamba. L'unico problema che pongo è questo: non potrebbe il presidente della Puglia discutere col Pd e con gli altri soggetti protagonisti del fronte progressista di politica oltre che di primarie? E ancora: non sarebbe meglio che si dedicasse al recupero di tutto quel patrimonio a sinistra dei 'democrats' che si è rifugiato nel non voto?

 

salva e condividi

Il tetto della politica

Ognuno può pensarla come vuole sulla protesta contro la riforma dell'Università del Governo. Mi pare curioso riformare qualcosa senza avere i soldi per farlo. Ma tant'è. Però il vero problema è un altro. Non essendoci più un sistema di partiti degno di questo nome, avendo perseguito, dai tempi del giustizialismo inizi anni Novanta le presunte nefandezze del ceto politico, avendo distrutto un reticolo fatto di organizzazioni presenti sul territorio, poi nessuno si meravigli se non si capisce nulla su dove si andrà a parare (sia nel bene che nel male).

salva e condividi

Complimenti a Fioroni

"Se diciamo sempre che tutto va bene stiamo facendo l'eutanasia del Pd", diamo vita "a una piaga puzzolente che non possiamo permetterci". Lo dice Giuseppe Fioroni (Pd).

Davvero un bel modo di far politica. Nel momento che dovrebbe segnare il massimo di unità del più forte partito d'opposizione c'è chi, per farsi vedere, fa la fronda. Complimenti vivissimi per il senso tattico.

salva e condividi
Syndicate content