• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

header

Che c'è di scandaloso?

Che questa legge elettorale sia indecorosa mi pare difficile da negare. Altrettanto vero che le alchimie politiciste non portano a nulla e che, soprattutto, non interessano i cittadini. Detto questo: perché mai il Pd non dovrebbe trovare un'intesa con i "finiani" per cambiare il sistema di voto? Le riforme delle regole del gioco vanno fatte con il più ampio consenso. E' l'abc della politica.

 

salva e condividi

Dispiace, ma è così

Ci rammarichiamo per Ceccanti, ma la soluzione alla crisi del voto è una sola: un bel cancellierato alla tedesca. Basta con questa legge elettorale e basta con l'idea che l'identità dei partiti sia dannosa per il bipolarismo.

salva e condividi

Una domanda a Veltroni

Dunque: che cos'era il "partito liquido" di Veltroni? Voleva dire che ognuno fa un po' quel che gli pare? Walter, spiegaci, visto che vai dicendo in giro di voler "chiarire" e "discutere"...

salva e condividi

Ma quella non è politica

Di questa destra tutto si può dire. Della Lega non ne parliamo nemmeno tanto evidente è l'inadeguatezza dei "padani". Ma anche un altro dato è certo: non si fa politica alla Di Pietro. Non solo per i toni, ma per la drammatica carenza di contenuti. Sarà bene che Bersani prosegua diritto per la sua strada. Basta che si sbrighi, il tempo stringe. E le urne mi sa che sono vicine...

salva e condividi

Parola di D'Alema

''Sono convinto - ha spiegato D'Alema al congresso dei laburisti inglesi a Manchester - che il compito dei progressisti sia  incalzare per ottenere di più. Dovremmo lasciarci alle spalle l'atteggiamento timido e di basso profilo degli ultimi anni e assumerci più rischi per cogliere il vento del cambiamento internazionale''.

 Ottima petizione di principio. Sarebbe il caso di far seguire i fatti... Datevi una mossa.

salva e condividi

A proposito di Fioroni

Beppe Fioroni, oggi a Orvieto, non smette di dare battaglia all'interno del Pd. Legittimo, anche se, di fronte al caos che regna a destra, non mi sembra la mossa migliore. Fioroni sostiene di non volere la scissione. Sarà. Anche Bersani dice di essere tranquillo. Ma in molti dimenticano un particolare: Fioroni è stato il responsabile organizzazione del Pd dal 2008 al 2009. Quindi, il Partito lo conosce come le sue tasche. E, nonostante le sue posizioni siano non condivisibili, è uno bravo. E sveglio. Quindi, attenzione...

salva e condividi

Bene così

Bersani ha dimostrato di avere una buona bussola con una relazione ferma ma unitaria. Veltroni e i suoi sono stati neutralizzati col buon senso e con il realismo, senza nascondere i problemi del Pd. Va bene così. Ulteriori divisioni sarebbero state esiziali per il maggior partito di opposizione.

PS Vorrei solo capire Cacciari: perché, se pensa che sia più utile un partito socialdemocratico (e lo credo anch'io fermamente) ha caldeggiato così tanto la nascita del Pd?

salva e condividi

E se domani

Domani ci sarà la direzione del Pd. Giorno decisivo, forse.  Aspettiamo. Credo che ne vedremo delle belle. Un dato è certo: il Pd non può permettersi ulteriori divisioni.

salva e condividi

Ma la soluzione c'è

Veltroni, in una lettera (lunga, molto lunga) a Repubblica cerca, non riuscendoci, di spiegare il senso della sua iniziativa con la "lettera dei 75". Non è molto chiaro dove voglia andare a parare. Ma una strada, c'è: lasci perdere, faccia marcia indietro e si accontenti di fare il deputato. Dando un contributo "normale" a un partito che ha bisogno di calma e unità.

salva e condividi

Cose concrete

Siamo il terzo paese al mondo per il debito pubblico. Il terzo, vi rendete conto? L'economia va male, la ripresa è lentissima, la gente continua a perdere il lavoro, aumenta il "nero". Ecco di che cosa deve parlare il Pd. Dell'Italia e dei suoi problemi. Non dei documenti di Veltroni e Fioroni. O delle alleanze con Di Pietro e Diliberto.

salva e condividi
Syndicate content