• REGISTRATI!
  • Già registrato? ACCEDI!
Registrarsi consente di pubblicare i tuoi commenti o di aprire il tuo blog

Login utente

header

La posta del cuore: oltre la melassa c'è di più

Pubblicato da Letizia Gamberini Lun, 24/05/2010 - 20:15

Per una volta ho deciso di invertire le parti e di essere io ad aspettare la risposta ad una domanda che mi ronza in testa. In un articolo uscito su 'il Giornale', Massimiliano Parente esprime senza troppi sottintesi il suo punto di vista sulla posta del cuore. In particolare, il giornalista riflette sulle rubriche “che grondano sentimenti” tenute da scrittori affermati, che, a un certo punto, si scoprono consulenti d'amore su riviste di vario tipo. Da qui, un fiorire di nomi, di titoli più o meno carichi di miele, che girano attorno allo stesso concetto, cercando di renderlo sempre attuale. In discussione, infatti, oltre ad alcune famose penne (ri)convertite alla “melassa emotiva”, c'è proprio lei, la storica consulenza sentimentale. Motivo? Prima di tutto la dubbia verosimiglianza delle problematiche, a volte frutto della fantasia degli stessi curatori. Oppure la banalità dei problemi sottoposti, o, ancora di più, delle risposte.

La domanda, dunque: è proprio così? Davvero scrivere ad una rubrica 'rosa' deve essere necessariamente il trionfo del luogo comune o della finzione? Non può essere uno sfogo per chi, a volte, è troppo frenato per rivolgersi a qualcun altro in carne ed ossa? Oppure, come si tenta di fare con un blog, l'occasione di creare argomenti che riguardano tanti di noi per interagire e sentirsi meno soli nelle proprie goffaggini o anche solo per sdrammatizzare un po'?

Non potrebbe essere, lancio l'ipotesi, che a volte siano proprio le persone meno vicine a noi nella quotidianità a regalarci i consigli più spassionati, meno filtrati dal gioco dei ruoli che la vita di tutti i giorni ci impone?

Non sono certo una scrittrice affermata, ma solo una blogger del cuore 'in erba', ma mi piace pensare che parlare di sentimenti non debba necessariamente coincidere con il sentimentalismo della peggior specie.

salva e condividi

Commenta questo intervento

ATTENZIONE: la pubblicazione dei commenti è riservata ai soli utenti registrati. Per effettuare la registrazione è necessario cliccare sul pulsante "Da▼" che si trova in cima al modulo sottostante, e poi selezionare una delle opzioni di autenticazione.
I commenti inseriti saranno pubblicati direttamente su questa pagina. La redazione si riserva di cancellare tutti i messaggi ritenuti offensivi o diffamatori.